Nuova scuola media e oratorio in località Lupori

da
Advertising
via lupori 1L’appuntamento con il futuro di Altopascio è fissato per le ore 18 di oggi (venerdi 12 Luglio 2013) in Sala dei Granai di Piazza Ospitalieri, ingresso libero . A quell’ora saranno presentati 13 progetti che le migliori menti della facoltà di Architettura dell’Università di Firenze hanno ideato per una porzione rilevante del paese, nella zona sud di Altopascio.
L’iniziativa è stata realizzata grazie ai buoni rapporti dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio Marchetti e l’istituto accademico fiorentino. Proprio Marchetti e l’architetto del comune Lucia Flosi faranno gli onori di casa in apertura di manifestazione, poi toccherà a docenti e studenti presentare le loro fatiche, già selezionate a monte dai professori.
Tredici progetti che ricadono nella zona di Lupori, dove insistono i terreni della Fondazione Centoni, nata grazie a un lascito per la realizzazione di opere di utilità pubblica. L’area interessata, della superficie di 45mila metri quadri,  è per l’80% di proprietà della Fondazione stessa, mentre il 20% sono terreni comunali.
Tre, a grandi linee, le opere previste in questa rilevante porzione a sud del centro : un oratorio vero e proprio, una scuola, che sostituirà in prospettiva l’attuale media , e una zona residenziale altamente innovativa, pensata con i più moderni canoni di ecosostenibilità e con grande attenzione al recupero dell’energia. Una sorta di progetto guida per l’edilizia del domani.
Tutto questo pensato con servizi adeguati per tutte le tre strutture, come impianti sportivi,  spazi verdi e la viabilità, puntando sull’innovazione e la qualità.
“Sono anch’io molto curioso di vedere le soluzioni progettuali che ci verranno proposte da studenti e professori- anticipa il sindaco Maurizio Marchetti- e che ci guideranno nella progressiva realizzazione delle stesse. La sinergia attuata con la facoltà fiorentina è sicuramente importante per entrambi e sono molto soddisfatto della velocità con la quale siamo arrivati alla presentazione dei progetti stessi. Invito i cittadini a partecipare, perché sarà davvero interessante e ci permetterà di proiettarci al futuro con nozioni nuove e soluzioni che girano nei circuiti più all’avanguardia a livello nazionale”.
Advertising