Sempre grave l’operaio aggredito ad Altopascio

da
Advertising

carabinieriSperiamo che se la cavi. Ma rischia davvero il trentottenne di Barga colpito alla testa durante una brutale aggressione la scorsa notte. E’ ricoverato in rianimazione nel reparto neurochirurgia all’ospedale di Cisanello di Pisa il quarantenne originario di Barga rimasto vittima di una aggressione la scorsa notte nei pressi di un bar di Altopascio. Non si è ancora spenta l’eco del grave fatto di cronaca, l’ennesimo, nella cittadina del Tau. Adesso preoccupano le condizioni di salute dell’operaio. L’uomo ha avuto un diverbio con altri due individui sembra, secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, per futili motivi. Poi però la situazione è degenerata e dalle offese verbali si è passati alle percosse con una tragedia sfiorata. Durante la colluttazione infatti, la vittima è stata ripetutamente colpita con posacenere ed oggetti contundenti, comprese le gambe di una sedia. E proprio la punta del sostegno della seggiola avrebbe provocato lesioni al cranio dell’aggredito che dopo aver cercato di difendersi, è ovviamente crollato a terra in una pozza di sangue. Il personale del locale e gli altri avventori si sono prodigati per soccorrerlo, sul posto è giunta l’ambulanza coordinata dal 118. Sottoposto ad delicato intervento chirurgico per 5 ore, si spera in un decorso positivo della prognosi che comunque rimane riservata. La famiglia e gli amici gli sono vicini per condurlo verso una pronta guarigione. Nel frattempo gli inquirenti sono al lavoro per cercare di assicurare alla giustizia i due aggressori. Nulla viene escluso, nemmeno il minimo particolare, ogni dettaglio può essere utile infatti per le indagini che a questo punto sono a 360 gradi.

Advertising