Sposarsi a Montecarlo, terza edizione con novità

da
Advertising

fantozzi sindaco MontecarloQuasi pronta al lancio la terza edizione di “Sposarsi a Montecarlo”, l’insieme di opportunità e di offerte che consentono di celebrare il matrimonio con rito civile nel borgo fondato da Carlo IV di Boemia, scegliendo fra location prestigiose senza limiti di giorni e di orario e con formule personalizzate.

Un evento lanciato nel giugno del 2010 dall’amministrazione comunale per promuovere con il territorio comunale la sua economia e che nei numeri certifica un successo consolidato. Il numero dei matrimoni con rito civile celebrati dal comune, infatti, è passato dagli 8 del 2009 ai 22 del 2010, ai 17 del 2011, ai 27 nel 2012 fino agli attuali 22 nel 2013 per una entrata nelle casse comunali una cifra pari a cinquantamila euro. Si tratta, per la cronaca, della prima e più importante voce creata al capitolo delle entrate del bilancio dell’ente, sia per la natura che per l’entità. Cifra che non tiene conto dell’indotto economico creato sul territorio, tra il noleggio delle location private,mai pranzi e rinfreschi veicolati dalle promozioni nei ristoranti del territorio, ai service locali per fiori, noleggio di auto storiche, parrucchieri.

Cresciute nel tempo anche le location dove celebrare i riti con le adesioni delle aziende agricole e delle fattorie del territorio, oltre alla trecentesca Fortezza del Cerruglio e alle location proprietà del comune come il settecentesco Teatro dei Rassicurati, a conferma della . Dalle 6 aziende del 2010, alle 9 del 2011, 12 nel 2012 fino all’ingresso dello storico complesso de La Nina nel 2013.

Dopo aver introdotto nelle prime due edizioni la possibilità di celebrare i riti tutti i giorni dell’anno senza limiti di orario, di dare libera scelta all’officiante scegliendo tra i membri della giunta (fotograficamente dal sito del comune), di aprire alla presenza del proprio animale da compagnia come testimone simbolico alle nozze, adesso comune ed operatori lavorano per lanciare una nuova edizione per il prossimo 2014 valutando punti deboli e punti di forza. Sono le tariffe, festive e pomeridiane, in primis ad essere competitive con quelle di altri comuni anche se, a fare la differenza, è l’elasticità e l’assenza di limitazioni negli orari e nelle formule a far si che le coppie prediligano Montecarlo.

Le novità in vista per il 2014, al momento, prevedono l’introduzione del secolare giardino della Fondazione Pellegrini Carmignani e la prestigiosa cornice della villa La Nina come nuova location per le cerimonie, assieme a nuove opzioni in tema coreografico e di intrattenimento artistico per rendere unico il momento più solenne di chi si giura amore eterno.

Advertising