Montecarlo aderisce all’iniziativa M’illumino di meno

da
Advertising

fantozzi sindaco MontecarloIl comune di Montecarlo aderisce all’iniziativa di Anci in collaborazione con Caterpillar di Raidue e denominata M’illumino di meno,  che prevede lo spegnimento di tutti i dispositivi elettrici e le luci non indispensabili , a parte quelle alimentate a energia rinnovabile. Accadrà cosi che venerdi 14 Febbraio, anche a Montecarlo per tutte le luci pubbliche dei monumenti e di altre postazioni per le quali è possibile farlo. Adesione già avvenuta nelle ultime edizioni.

“Un gesto simbolico – conferma il primo cittadino montecarlese – che vuole sensibilizzare tutti sulla necessità di evitare gli sprechi energetici. Il comune di Montecarlo  da anni è attento a queste tematiche, ma ben vengano queste campagne che fanno parlare e riflettere su questi argomenti. Aderiamo per il secondo anno a M’illumino di meno e invitiamo i cittadini a partecipare a loro volta, spegnendo le luci, ma siamo consapevoli che queste problematiche devono essere tenute presenti tutti i giorni e non solo in queste occasioni speciali. In questo senso cerchiamo di indirizzare tutti i lavori pubblici nell’ottica del risparmio energetico e nell’utilizzo di fonti rinnovabili, quando naturalmente è possibile farlo”

La celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica “Mi illumino di meno”, sul risparmio energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, promossa da Caterpillar di Rai Radio2, giunge alla sua decima edizione. Il Comune di Montecarlo aderisce a tale iniziativa spengendo, nella giornata di venerdì 14 febbraio p.v., dalle ore 18,00 alle 19,30, durante la messa in onda del suddetto programma radiofonico, le luci del centro storico.

In considerazione dell’importanza del tema trattato e per promuovere comportamenti tesi a cambiare le proprie abitudini, partendo anche dai piccoli accorgimenti domestici per l’uso dell’illuminazione e degli elettrodomestici, per arrivare al ricorso a forme di energia alternativa, quali ad esempio l’adozione del fotovoltaico o di mezzi elettrici, il Comune ha chiesto l’adesione e  la collaborazione dell’Istituto Comprensivo Italo Calvino, valutando la possibilità di tenere un’ora di lezione incentrata sul risparmio energetico.

Advertising