Rapina alla farmacia di Marginone

da
Advertising

nazione 014E’ sbucato da una strada laterale, nei pressi dell’ex passaggio a livello, dal piccolo parco della Rimembranza, luogo piuttosto buio. Probabilmente aveva progettato il colpo da tempo e si era accorto che tutto sommato di sera non c’era molta gente in giro. Un rapinatore ha agito da solo facendo irruzione all’interno della farmacia di Marginone, frazione del Comune di Altopascio, ubicata in via Mammianese, di fronte alla chiesa del paesino al confine con la Valdinievole e alla strada che conduce verso Montecarlo. Incappucciato, dai modi sbrigativi, ha puntato alla titolare una pistola, non si sa se giocattolo o vera. Si è fatto consegnare l’incasso, circa 500 euro e si è dileguato, protetto dall’oscurità, fuggendo a piedi, anche se è possibile che avesse preparato un mezzo poco lontano per allontanarsi con maggiore velocità. Certo è che sul luogo dell’evento criminoso è arrivato a piedi, anche perché il presidio sanitario è proprio sulla strada e non ci sono parcheggi in zona. Spavento e sconcerto per la dottoressa Adriana Ercolani che si trovava all’interno del locale al momento del blitz del bandito solitario. Da un paio d’anni gestisce la struttura prevista nella piccola frazione in base ad uno specifico bando regionale. Sul posto, appena lanciato l’allarme, sono giunti i carabinieri della stazione di Altopascio e i colleghi di Lucca per parlare con la testimone e, di conseguenza avviare le indagini e le ricerche del malvivente. Eseguite anche perizie scientifiche per recuperare tracce o indizi necessari alla ricostruzione dell’accaduto. Un contributo fondamentale potrebbe fornirlo il sistema di videosorveglianza, con le telecamere in funzione al momento del raid anche se il volto era travisato. I militari dell’Arma prenderanno in visione i filmati.

Advertising