Montecarlo, parte l’anagrafica del lavoro

da
Advertising

povertàSostegno e supporto diretto a chi è in cerca di occupazione come nuova frontiera nel l’impegno dell’amministrazione comunale in stretta collaborazione con le associazioni, gli imprenditori e le attività produttive del territorio.
È il punto cardinale dell’intensa attività promossa, dall’inizio dell’anno, dal sindaco di Montecarlo Vittorio Fantozzi, nonché priorità del proprio programma elettorale, che ha avviato una diretta sinergia con il centro per l’impiego, che ogni lunedì mattina apre al pubblico il proprio sportello al primo piano del comune, e gli uffici comunali al fine di agevolare i cittadini di Montecarlo in cerca di occupazione. La collaborazione tra i due enti, come pensata e voluta dagli amministratori, prevede che a fianco del sostegno del comune alle attività del centro per l’impiego, invitando i propri concittadini ad iscriversi e ad usufruire delle competenze del personale nonché dei diversi servizi offerti, in primis il controllo delle offerte di lavoro, si affianchi quella diretta dell’amministrazione comunale nel sensibilizzare cittadini, associazioni, imprenditori e l’apparato produttivo locale a segnalare quelle offerte del lavoro che non transitano, per diversi motivi, attraverso il centro ma per altri canali, dal passa parola alla conoscenza diretta. La fase sperimentale di questo servizio, avviata in febbraio, ha consentito di risolvere al momento cinque casi ed avviare la creazione della prima “anagrafica del lavoro” comunale che l’amministrazione ha posto come base di lavoro per definire, sempre in accordo con il centro per l’impiego, una modifica innovativa nella definizione delle proprie politiche sociali prevedendo la destinazione di risorse in direzione della formazione professionale dei propri concittadini occupati o in cerca di occupazione. “Nel giorno che festeggia il Lavoro – ha dichiarato ieri il sindaco Vittorio Fantozzi – occorre prendere un solenne impegno dinnanzi la comunità montecarlese ed invitarne tutte le forze vive, dalle associazioni del territorio agli imprenditori locali fino alle attività produttive presenti ad istituzionalizzare questo rapporto di collaborazione reciproca con la pubblica amministrazione che crei le basi anche per una particolare attenzione verso i cittadini di Montecarlo in cerca di occupazione che ne favorisca il più rapido reinserimento nel mondo del lavoro. A questo fine di rispondere sempre alla realtà, l’amministrazione dovrà procedere a fare la propria parte dove finora non era tenuta ad intervenire”.

Advertising