Chiusa ditta cinese dai carabinieri e multa da 35 mila euro

da
Advertising

carabinieri8 persone su 14 al nero. Maxi sanzione da 35 mila euro per la titolare di una ditta di confezioni ubicata in via della Pace in località Turchetto, nel territorio comunale di Montecarlo per condizioni di sicurezza ed igieniche scarse. All’interno del capannone si trovavano anche i letti degli operai. I carabinieri di Altopascio, in sinergia con i colleghi dell’ispettorato del Lavoro e con il personale Usl, dopo il blitz hanno sancito l’interruzione dell’attività imprenditoriale. La ditta, che si occupava della realizzazione di capi di abbigliamento e relativi accessori con materiale sintetico rifornita da un grossista cinese di Prato, è incappata in alcune violazioni di carattere amministrativo, ad esempio non tutti erano iscritti al libro paga. Ma anche la cucina, ad esempio, non era esente da contestazioni: agli investigatori (i quali da tempo tenevano d’occhio l’impresa) è apparsa piuttosto improvvisato come luogo dove cuocere i cibi, in mezzo a cavi elettrici fatiscenti e ai tubi delle bombole del gas collegate ai fornelli. E tutto ciò, dopo le verifiche dei tecnici e in base al loro rapporto, potrebbero anche scaturire ulteriori provvedimenti

Advertising