2016, il voto a Altopascio con i progetti del Pd per superare l’era Marchetti

da
Advertising

EPSON DSC pictureCome nei mercati valutari ed azionari, o per lo spread, la fase di difficoltà che sta attraversando la locomotiva d’Europa, la Germania, deprime con effetto domino anche le altre economie. Qustione di prospettiva. Quella Nevskij a San Pietroburgo è stupenda, come sarà quella del centrosinistra altopascese in vista delle elezioni? Perchè anche per Pd e soci, all’ombra della Smarrita, in passato le candidature di Marchetti, sindaco quasi ininterrottamente (unica parentesi dal 2001 al 2006) dal 1993, hanno inciso fortemente sulla presentazione di liste e di candidati. Infatti, proprio nel 2001, senza l’attuale primo cittadino candidato, venne schierata quella Rosanna Moroni che appariva come la candidatura più autorevole possibile all’epoca. Ora, come direbbe Lubrano, la domanda sorge spontanea. Il 2016 si avvicina a grandi passi e, come tutti sanno, a meno di improbabili riforme sul terzo mandato, Marchetti dovrà lasciare. Magari candidarsi come consigliere ma il centrodestra dovrà affrontare il ricambio. Francesco Fagni rimane in pole position, anche se forse sta rimontando nelle quotazioni Elena Silvano che potrebbe diventare la prima donna a guidare la cittadina del Tau. Più defilato Nicola Fantozzi. Un nome al di fuori di questa terna in questo momento apparirebbe davvero una clamorosa sorpresa. Misurandosi su queste impressioni il Pd altopascese aveva in mente di provare a formare una squadra di giovani, con una lista trasversale che attingesse al partito, ok, ma soprattutto al modo civico (non vogliamo utilizzare l’abusata qualifica di “società civile”). Magari con Simone Bicocchi, attuale segretario Pd come possibile candidato sindaco. Ma qualcosa già si è messa di traverso. La contrapposizione con i “renziani” è forte, tutta da risolvere. Le uscite di Sarti sui social network sono state mal digerite da chi simpatizza per l’attuale premier. L’occasione è ghiotta, quella di vincere le elezioni che determinano il sindaco: da quando questa figura è eletta dalla gente, mai la sinistra si è imposta a Altopascio. Governare di nuovo dopo un quarto di secolo. Senza l’ostacolo ingombrante di Marchetti. Ma il Pd saprà cogliere questa opportunità? A livello municipale si vota al persona. Serve mediale con i renziani, che potrebbero voler un candidato “proprio”.

Advertising