Il sindaco di Montecarlo Fantozzi espone la bandiera francese per solidarietà e organizza una mostra di vignette satiriche di Charlie Hedbo

da
Advertising

urlEsposizione delle vignette satiriche di Charlie Hebdo, aperta al pubblico, nella sala consiliare del municipio di Montecarlo listata a lutto dopo i tragici fatti occorsi a Parigi dove hanno trovato la morte il direttore del giornale Stephan Charbonnier assieme ad altri membri della redazione.

Questa la prima iniziativa decisa dal Sindaco Vittorio Fantozzi e dall’amministrazione comunale che, nel primo pomeriggio di ieri, ha riaperto personalmente il palazzo comunale per issare il tricolore francese a fianco della bandiera italiana ed ammainare in segno di protesta e di vergogna la bandiera dell’Unione Europea così precisando il gesto sui social network

“Ho personalmente issato il tricolore francese accanto al nostro a cui si ispirò nascendo proprio il 7 gennaio del 1797.
Ho tolto la bandiera dell’Europea, tornerà al vento soltanto se l’Unione Europea avrà modo di farsi sentire e vedere concretamente dopo i fatti di oggi che la colpiscono a morte nel suo cuore.
Montecarlo è d’Italia di Francia d’Europa vive e muore come Charlie Hebdo ed il poliziotto francese giustiziato su un marciapiede di Parigi”.

Dopo aver rivolto un accorato appello ai giornalisti e membri delle redazioni giornalistiche lucchesi affinché ponessero fortemente la questione all’opinione pubblica locale sul significato della strage di Parigi il sindaco ha precisato la volontà dell’amministrazione di reagire come pubblica istituzione predisponendo ogni iniziativa utile a destare l’attenzione della cittadinanza sul significato profondo di quando accaduto.

Dopo aver prodotto ed affisso un manifesto che riprende la vignetta autobiografica del direttore Stephan Charbonnier in procinto di farsi esplodere armato di copie del proprio giornale accompagnato dall’hastag #jesuischarlie gli amministratori hanno deciso di allestire nella sala consiliare del comune, quindi la più importante assise civica del territorio comunale che sarà listata a lutto, una mostra espositiva delle vignette e delle opere satiriche di Charlie Hebdo che sarà aperta al pubblico e che diventi al tempo stesso un luogo di riflessione e dibattito per la cittadinanza ed i nostri studenti. Pronta in pochi giorni, assicurano gli amministratori, sarà aperta con una cerimonia pubblica di cordoglio e rispetto verso le vittime ed il popolo francese verso cui la comunità di Montecarlo è legato per i rapporti di amicizia con città gemellata di Althen Des Paluds in Provenza.

“Sara una mostra espositiva – dichiara il Sindaco Vittorio Fantozzi – ma al tempo stesso un altare votivo civico dedicato alla nostra libertà, alla nostra civiltà ed alla nostra cultura ieri barbaramente colpita nel cuore dell’Europa. Sarà allestita e durerà tutto il tempo necessario per predisporre con le altre comunità nuove risposte e nuove iniziative atte ad affrontare un problema cui gli stati europei devono dare una soluzione nettissima che tenga al riparo con la nostra sicurezza il nostro modo di vivere contro ogni barbarie”.

Advertising