Inaugurata la nuova sede Anmil

da
Advertising

searchCon una cerimonia semplice ma sentita, è stata inaugurata la nuova sede dell’ Anmil (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi del Lavoro) di Altopascio. All’ apertura hanno erano presenti il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti , il vicesindaco Francesco Fagni, l’ assessore Elena Silvano , il consigliere comunale Alessandro Bianchi.
A fare gli onori di casa il presidente provinciale Anmil Max Mallegni, il consigliere nazionale Piero Marchetti, i consiglieri provinciali Evaldo Vannucci e Gino Dianda insieme al fiduciario Vincenzo Megaro, oltre a diversi soci residenti nel comune.
Mallegni e Piero Marchetti hanno ringraziato, a nome dei 300 soci che gravitano sul territorio di Altopascio, l’amministrazione comunale per la concessione della sala che avrà la funzione di sede, in via Marconi. I due esponenti hanno ricordato che l’Anmil da oltre 70 anni e’ presente in ogni provincia, su tutto il territorio nazionale, e che, oltre che a tutelare gli interessi specifici della categoria che rappresenta, offre diversi servizi ai propri soci come il disbrigo delle pratiche Inail e Inps e altro ancora.
“L’obiettivo principale della nostra associazione- hanno spiegato Mallegni e Marchetti- è che venga debellato il fenomeno degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali. Per questo attiviamo continuamente progetti di formazione e prevenzione nei luoghi di lavoro e nelle scuole attraverso materiale didattico e informativo per la diffusione della cultura sulla prevenzione” .
Il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti ha accolto con piacere questi atti di i riconoscenza : “ Siamo noi che ringraziamo voi per il lavoro che svolgete in un settore delicato come questo- ha detto il primo cittadino rivolgendosi ai vertici e ai soci Anmil-. La concessione della sede rientra nella nostra politica di aiuto e assistenza a tutte le associazioni di volontariato che operano sul territorio. Fra queste l’Anmil rappresenta una struttura molto importante e determinante per molte persone”.

Advertising