Prevenzione criminalità con Wthatsapp

da
Advertising

searchIn Toscana è utilizzato o in fase di sperimentazione a Grosseto, in alcune zone del livornese e del pisano, persino alla periferia di Lucca (Arsina ed altre aree della periferia ad esempio). Con qualche diversificazione sta prendendo piede anche nel Nord Italia. Insomma non è una novità assoluta. Altopascio si allinea, magari però cercando di attuare un passo in più, il collegamento con la polizia municipale. Dal primo marzo parte anche nella cittadina del Tau l’esperimento del controllo del territorio anche grazie a gruppi che hanno l’applicazione WhatsApp sugli smartphone o sui dispositivi mobili di ultima generazione, con la possibilità di condividere con gli appartenenti al gruppo ogni comunicazione, nel momento in cui uno di essi la scrive, in tempo reale. Quindi anche, ad esempio, la presenza di individui sospetti in un quartiere o in una strada di Altopascio. Un sistema che potrebbe essere rivoluzionario, perché amplierebbe a dismisura le informazioni a disposizione in tempo reale dei vigili urbani, che ottimizzerebbero in questo modo le uscite, scegliendo a colpo sicuro i luoghi oggetto di segnalazioni, e coordinando anche il ricorso alle altre forze dell’ordine. “Siamo certamente favorevoli a ogni collaborazione fra cittadini, in qualunque modo consentito dalla legge , per contrastare la criminalità – commenta il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti – in questo senso abbiamo nel corso degli anni tentato anche di istituire delle ronde ufficiali anni addietro ma, nonostante una eccezionale affluenza ai primi corsi pratici – prosegue il primo cittadino – ci fu di fatto impedito di proseguire, vietandoci la procedura. Ora la tecnologia offre il modo di comunicare contemporaneamente a più persone e credo sia bene sfruttarlo. Di nostro ci aggiungiamo il collegamento con la polizia municipale, in modo da creare una grande rete fra cittadini e istituzione. Una sinergia con le forze dell’ordine. Il progetto è allo studio sotto il profilo tecnico. Il numero che verrà scelto è quello attivo da anni della polizia municipale, il numero del telefono cellulare di servizio, in dotazione agli agenti del Comandante Gatto: 335-8030440 e dal primo marzo sarà possibile agganciarlo a qualunque gruppo su WhatsApp”.

Advertising