Straniero ubriaco, parapiglia in centro

da
Advertising

searchPrima ha seminato il caos in un negozio di abbigliamento, poi si è ricordato dello store dove aveva già sabato scorso si era recato per acquistare della birra e qui ha dato in escandescenze tanto che sono dovute intervenire le forze dell’ordine. E’ accaduto nel tardo pomeriggio, verso le 19, nel centralissimo corso Cavour di Altopascio. Un nordafricano entra nel supermercato Andreotti, quasi di fronte al palazzo comunale. Prende alcune bottiglie di Beck’s ma è già alticcio, appoggia i contenitori in vetro a terra, urla. La titolare cerca di calmarlo e lui per tutta risposta, in preda ai fumi dell’alcol, tenta di denudarsi e quasi vi riesce: si toglie i pantaloni e prova pure con gli slip di fronte a minori e donne sbigottite in fila alla cassa. La titolare cerca di farlo uscire e nel susseguente alterco volano parole grosse. Sul posto arriva la pattuglia pronto intervento della polizia municipale altopascese che fatica non poco per tamponare l’esuberanza fisica del giovane, bloccato in piazza Tripoli e condotto in caserma. Tra l’altro sembra che alcuni suoi connazionali si siano appostati fuori dal Comando dei vigili urbani, in palese disaccordo con la decisione di fermarlo. Attraverso gli accertamenti la sorpresa: l’uomo in questione, 33 anni residente a Porcari, è ancora libero di produrre guai, malgrado una serie impressionante di reati commessi negli ultimi tempi: in ordine cronologico prima ha tentato di rapinare una donna incinta strattonandola e facendola cadere a terra, poi ha tirato un pesante posacenere in testa ad un barista sulla via Bientinese riducendolo in fin di vita, oltre a varie denunce per ubriachezza molesta.

Advertising