La truffa del telefonino

da
Advertising

carabinieriLA TRUFFA dei telefonini è stata smascherata dai carabinieri di Castelfranco grazie a una foto. C’è voluta una lunga ricerca per comparare la fotografia di un documento falso al volto (reale) di un truffatore di 63 anni di Altopascio. La vicenda inizia nell’ottobre scorso quando a un autotrasportatore sessantacinquenne di Castelfranco arriva una fattura da mille euro per il pagamento di due telefoni cellulari e i relativi contratti. L’uomo casca dalle nuvole. Non ha mai acquistato niente del genere. Così sporge denuncia ai carabinieri di corso Bertoncini. I telefonini vengono subito rintracciati tramite il traffico e tutti i moderni sistemi collegati ai cellulari di ultima generazione. Appartengono a un quarantaseienne di Empoli e a un venticinquenne rumeno abitante a Firenze. I due sono stati denunciati per ricettazione. Più lunga la ricerca dell’uomo corrispondente alla foto del documento presentato per l’acquisto dei telefonini con i dati dell’ignaro castelfranchese. ALla fine i carabinieri l’hanno individuato ad Altopascio e denunciato per truffa e uso di atto falso. Il 63enne di Altopascio non è nuovo a questo tipo di reati e tra lui e l’empolese sicuramente intercorrono rapporti.

Advertising