Pd, il 18 dicembre le decisioni definitive ma la D’Ambrosio ormai è in pole

da
Advertising

searchFumata grigia. Il redde rationem lo si avrà nella riunione decisiva del 18 dicembre prossimo. Da quell’assemblea uscirà il nome del candidato a sindaco scelto per le prossime elezioni amministrative di Altopascio che a primavera del 2016 rinnoverà il consiglio comunale, tra l’altro con le nuove regole dei Comuni che hanno superato i 15 mila abitanti. Preso atto della rinuncia definitiva di Sergio Guidi, dipendente di una banca e presidente del Bama basket Altopascio, contattato nelle scorse settimane, il Pd punterà a costruire la squadra in vista dell’appuntamento con le urne. Ma è chiaro che a questo punto Sara D’Ambrosio, capogruppo del partito in consiglio comunale sale decisamente in pole position. Del resto sembra che abbia già fornito la sua disponibilità. “Dovrà comunque essere una candidatura del cambiamento – commenta il segretario comunale del Partito Democratico Simone Bicocchi – ed è possibile che riusciremo a fare due liste civiche, oltre a quella collegata del Pd. Il nostro obiettivo è quello di formulare una proposta credibile e soprattutto nuova rispetto agli schemi vecchi, poi è chiaro che spetterà agli altopascesi poter scegliere. Anche a livello comunicativo dobbiamo far percepire le nostre idee”. Il centrosinistra non ha mai vinto le elezioni da quando il sindaco e le giunte sono scelte dai cittadini: 4 mandati di Maurizio Marchetti e uno di Giorgio Ricciarelli

Advertising