[Altopascio] Stabiliti i posti per altri 80 migranti

da
Advertising

foto-immigrati-lampedusa-6[1]LUCCA. Arriva la graduatoria per l’accoglienza migranti: 11 le strutture idonee, un’ottantina i nuovi posti disponibili. Assegnazioni al via dal 1° luglio.

Lunedì mattina nella sede della prefettura di Lucca si è riunita la commissione che aveva il compito di esaminare le offerte tecniche ed economiche dei soggetti che hanno partecipato al bando. In 12 si erano fatti avanti e 11 hanno avuto l’ok. Escluso solo Plm di Prato. Quanti siano i posti offerti da ciascun ente non è chiaro: la graduatoria non lo specifica. Da un sondaggio telefonico con gli enti si stima che il numero di aggiri tra 80 e 100. In più, vi sono le conferme di assegnazioni dirette che la prefettura aveva fatto in emergenza nei mesi precedenti (oltre 200).

La graduatoria. Primo classificato è il Consorzio Opere di Misericordia di Firenze con 85 punti e un importo giornaliero per ciascun migrante di 32,83 euro. Seconda classificata la società Agricola Hospitalia di San Romano Garfagnana di cui è socio di maggioranza l’ingegner Giacomo Carrai. Fino al novembre scorso gestiva l’agriturismo di Borgo Biaia che da poche settimane è stato posto sotto sequestro preventivo dalla Finanza nell’ambito di un’indagine su Pietro Raffaelli. Ha ottenuto 85 punti e offerto un importo di 32,95 euro per migrante. Terza classifcata l’associazione partecipazione e sviluppo con sede a Bagni di Lucca. L’ente presieduto da Alessandro Ghionzoli gestisce l’accoglienza di circa 270 migranti, distribuiti su tre province: Lucca (90 ospiti), Grosseto (140) e Sassari (40). È finita nel libro “Profugopoli” del giornalista Mario Giordano, ma il presidente dell’associazione ha sempre rispedito le accuse al mittente: «Altro che arricchirci, qui paghiamo affitti triplicati perché nessuno vuole ospitare i migranti». Partecipazione e sviluppo si è classificata terza con 82,66 punti e un’offerta di 32,99 euro. Dovrebbe ospitare una trentina di nuovi profughi, oltre ai 90 che già ha in provincia di Lucca.

Quarta classificata l’Asd Le Vie di Barga (82,36 punti e un’offerta di 33 euro): ospita già una quindicina di migranti e si candida a riceverne altri 8 nelle strutture che utilizza a Borgo a Mozzano e Bagni di Lucca. Quinta classificata “La Fornace”, che gestisce un agriturismo a Fabbriche di Vergemoli (77,03 di punteggio, 33 euro di offerta): ospita già 7 migranti e ora ne prenderà altri 3. Sesta classificata l’azienda agricola “Le Poiane” di Stazzema (45,66 di punteggio e 33,33 euro di offerta). Settima la So&Co, il colosso che gestisce già 150 migranti in provincia: ora ne prenderà altri 18, che verranno alloggia a Sillano e al Terminetto. Coop Coinf di Altopascio si piazza ottava (43,33 di punteggio, 33,17 euro di offerta): non prenderà nuovi richiedenti asilo, ma proseguirà i progetti di accoglienza per i 15 che aveva ospitato nei mesi scorsi con procedura d’emergenza.

Fonte Il Tirreno

Advertising