Migranti, botta e risposta tra Marchetti e la sindaca D’Ambrosio

da
Advertising

searchL’ex sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti aveva parlato di cambiali in scadenza conseguenti a promesse elettorali e una di queste era rappresentata dal tema migranti. “La vicenda del permesso a ospitarli  negato ai proprietari del complesso di via delle Cerbaie è emblematica della confusione che regna all’interno dell’amministrazione comunale. Certi proprietari di immobili erano venuti anche da noi prima delle elezioni, ma abbiamo detto no”. La neo sindaca, Sara D’Ambrosio, replica invocando un modello Altopascio: “Nessun tentennamento, la nostra posizione è chiara. Entrando nello specifico della polemica sollevata dal geometra Marchetti, gli immobili di via delle Cerbaie, per i quali una cooperativa ha fatto richiesta al comune di cambiarne la destinazione urbanistica, da uso industriale a residenziale, non risultano adatti per sviluppare un reale progetto di accoglienza. Credo nell’accoglienza dei piccoli numeri, con le quali sia possibile sviluppare cura del territorio, recupero di aree dismesse o abbandonate, supporto nella manutenzione del decoro urbano. Tutto ciò costruito insieme ai cittadini stessi, in un’ottica di massima trasparenza. La Prefettura insieme all’amministrazione comunale, dovrebbe studiare un modello Altopascio, pensato proprio sulle esigenze della città e dei suoi abitanti per non farci trovare impreparati in caso di nuovi arrivi. Qui abbiamo la più grande comunità straniera residente in provincia”.

Advertising