Sindaco D’Ambrosio: Rotatoria del Valico tutta sbagliata tutta da rifare

da
Advertising

d'ambrosio nuovaRotonda anomala: anche la sindaco Sara D’Ambrosio è d’accordo con i cittadini critici e perplessi rispetto alla rotatoria che sta sorgendo nel centro di Altopascio. «Ce la siamo ritrovata sulle spalle – spiega la prima cittadina – In ballo ci sono 200mila euro e molte, moltissime, perplessità. È evidente la natura anomala di questa rotonda, che resta monca di un’uscita, la quarta. Ma non solo: rispetto al senso di marcia, la rotatoria è decentrata, spostata verso destra e quindi potenzialmente pericolosa per chi, arrivando ad Altopascio da via del Valico in direzione Orentano, non ne percepisce la presenza». Spetta poi al vicesindaco con delega ai lavori pubblici, Daniel Toci, entrare nel merito del progetto. «Il problema – aggiunge – è rappresentato dallo strumento urbanistico, che prevedeva la rotatoria in quella posizione, ponendola, cioè, fuori dall’asse stradale. Il progetto è stata adattato a quelle indicazioni e oggi ci troviamo a gestire una situazione per cui sono stati spesi 200mila euro per un’opera che sta già creando difficoltà». C’è poi anche l’aspetto politico che la sindaco non intende tralasciare. «Voglio essere chiara – continua – La rotatoria è stata decisa, studiata e approvata dalla precedente amministrazione. Non avrei mai approvato un progetto di questo tipo. Non avrei mai speso 200mila euro per un’opera simile, la cui utilità mi resta dubbia: probabilmente sì, sarebbe bastato uno stop per risolvere il problema della viabilità e alcuni dossi artificiali per ridurre la velocità delle auto e quindi per mettere in sicurezza la strada. Quella cifra poteva essere spesa per interventi molto più urgenti e cruciali per il territorio. Stiamo lavorando per incrementare la segnaletica, prevedendo l’installazione di cartelli luminosi in prossimità della rotonda. Stiamo valutando tutte le possibili soluzioni sul piano tecnico, normativo e finanziario – che comprendono anche quella più drastica come l’eliminazione della rotatoria – per arrivare alla migliore per i cittadini e per l’ente stesso».

Advertising