Minacciava vigili e l’ex vicesindaco Fagni sui social

da
Advertising

È una brutta storia quella che ha per protagonista un 21enne di Altopascio, indagato per minaccia aggravata continuata. Tutto inizia lo scorso novembre, quando il giovane sale sulla sua Opel e tenta di investire un tunisino con cui poco prima ha avuto una discussione. Viene arrestato dagli agenti della polizia municipale con l’accusa di lesioni personali aggravate. Ma quell’intervento delle forze dell’ordine non gli va giù e i vigili che lo hanno fermato finiscono sul suo libro nero. In attesa del processo (fissato per il 20 novembre) il giovane, affetto da problemi , si chiude in casa. O meglio, nel garage. Qui allestisce una postazione web da cui si collega a Facebook con un falso nickname e inizia a tempestare di messaggi minatori vigili e carabinieri intervenuti nel caso dell’investimento. In totale sono 8 le persone prese di mira tra gennaio e settembre. Tra queste c’è anche l’allora vicesindaco di Altopascio Francesco Fagni. I toni che il 21enne usa nei confronti delle sue vittime sono espliciti e violenti: «Possono passare anni ma voi avete il destino segnato».  Oppure: «Attento che quando vai a correre qualcuno ti schiaccia». Decisive le indagini della polizia postale.

Advertising