Non ci resta che piangere

da
Advertising

searchNon ci resta che piangere. Ricordate il film diventato cult con Benigni e Troisi ? Per i detrattori della nuova amministrazione targata sinistra in quel di Altopascio, il nuovo corso assomiglia a quella storia. Che però era fantasiosa, con i due eroi catapultati, chissà perché, indietro nel tempo. Qui invece sono gli altopascesi che si ritrovano proiettati concretamente in una gestione con poca esperienza. Ma non doveva esserci Remaschi l’assessore regionale a pilotare in caso di difficoltà? Sara D’Ambrosio sarà un buon sindaco? Concediamo ancora tempo. In fondo, al netto dell’insediamento, delle ferie, si possono giudicare solo un paio di mesi. Ma dal 2017 non ci saranno più scuse. Certo è che l’arrivo dei migranti, l’imbarazzo su chi svolga la funzione di addetto stampa (ad oggi non si è ancora capito chi redige i comunicati), il bando con requisiti discutibili per un addetto non si sa bene a quale funzione, con la spesa doppia rispetto a Marchetti che aveva un Capo di gabinetto che sommava la figura di responsabile comunicazione (proprio su questo sito calcolatrice alla mano molti supporter rossi facevano i conti di quanto sarebbe costata questa figura professionale e adesso si scopre che la spesa sarà doppia), la perplessità che sorge sulla riorganizzazione della macchina amministrativa, molto più simile ad una epurazione che non tiene conto delle capacità delle persone ma solo l’appartenenza all’ideologia Marchettiana, sono tutte situazioni che meritano un voto basso. Non la bocciatura però. Il tempo per sanare e migliorare c’è. E’ una giunta molto chiusa, il sindaco non risponde spesso al telefono, ma è sicuramente una brava persona. Giovane, con la necessità di sbagliare. D’ora in poi però i margini sono esigui. Chiudiamo con una riflessione: se Atene piange, Sparta non ride o viceversa, non ricordo come sia il detto. Attiviamo l’equipe di “Chi l’ha visto” per l’opposizione. Con gli autogol appena descritti, per una minoranza preparata sarebbe stato facile cogliere in fallo chi governa. Invece silenzio assoluto. Avete notizie di Francesco Fagni? Disse di voler fare il capogruppo dell’opposizione. E’ un bravo ragazzo, ma è sparito dalla circolazione dalla sera del 19 giugno. Lo choc è stato notevole. 4 mesi e mezzo però sono tanti, troppi. Chi lo ha votato cosa dovrebbe pensare? . Non era meglio dimettersi e lasciar perdere la politica?

Advertising