Simone Bicocchi si dimette da segretario del Pd ed entra nello staff del sindaco con articolo 90, la D’Ambrosio replica alle accuse

da
Advertising

bico-1Agli attacchi di questi giorni sulle nomine effettuate da me e dalla giunta comunale rispondo con numeri precisi, perché è bene fare chiarezza». Interviene così il Sindaco Sara D’Ambrosio sulle critiche sollevate nei giorni scorsi da alcuni esponenti dell’opposizione. «Ad oggi il mio staff – spiega – è composto da una sola persona, Simone Bicocchi, inquadrato come articolo 90, per un totale di 31mila euro lordi annui comprensivi di retribuzione e oneri riflessi. Si tratta di un incarico di natura fiduciaria, come previsto dalla legge, la cui durata massima combacia con la scadenza del mio mandato: la figura in questione, infatti, va a ricoprire il ruolo di coordinatore della segreteria del Sindaco, ruolo che esercita in stretta collaborazione con me. Voglio ricordare che nel 2015 – ultimo anno in cui il Comune di Altopascio è stato guidato da Maurizio Marchetti –gli articoli 90 erano ben 4, per un totale di circa 82.500 euro. Non solo: grazie alla riorganizzazione compiuta proprio dall’attuale amministrazione comunale saranno risparmiati circa 20mila euro per quanto riguarda le indennità dei funzionari ridotti da 6 a 4, mentre dal 21 giugno alla fine di dicembre, grazie al taglio della mia indennità e di quella degli assessori, saranno recuperati altri 16mila euro, che diventeranno 32mila l’anno prossimo. Di quale spreco di denaro stiamo parlando? Di quale incoerenza può essere accusata l’attuale maggioranza? Al contrario, le scelte operate fino ad oggi sono state tracciate seguendo la strada della sobrietà, della razionalizzazione e dell’impiego virtuoso e ragionato delle risorse».

Advertising