Sicurezza e legalità

da
Advertising

Sicurezza e legalità: due punti centrali, che hanno caratterizzato il consiglio comunale di Altopascio. In particolare, sono state le parole del Sindaco, Sara D’Ambrosio, a indirizzare la discussione proprio su questi argomenti, in seguito anche a un’interrogazione presentata dalla minoranza, che ricoprono ormai un posto di primo piano nell’azione amministrativa della sua giunta. La seduta consiliare si è infatti aperta con un aggiornamento sull’attività svolta dalla Polizia Municipale dall’inizio di novembre fino al 15 dicembre. Inoltre sono stati approvati il regolamento per il sistema di videosorveglianza ambientale per contrastare il deposito abusivo e l’irregolare smaltimento dei rifiuti sul territorio comunale e quello sul controllo delle autocertificazioni.

«La riorganizzazione del servizio di Polizia Municipale – è intervenuta D’Ambrosio – rappresenta un passo concreto per segnare un cambio di rotta ad Altopascio sulle tematiche relative alla sicurezza. Un tema centrale, strettamente legato alla vivibilità di questo territorio, che non può più essere considerato un luogo di transito, una sorta di terra di nessuno dove ognuno può fare quello che vuole. Da novembre sono partiti i controlli congiunti tra Municipale e Carabinieri di Altopascio, grazie ai quali sono già stati raggiunti diversi risultati importanti. Ho portato questa esperienza positiva all’attenzione del Prefetto nel corso dell’ultima riunione sul tema sicurezza, chiedendo un suo intervento affinché venisse replicata anche con le altre forze dell’ordine. E infatti così è stato: da qualche giorno è cominciato il programma di interventi coordinati tra Polizia Municipale e Polizia di Stato, che crescerà nel tempo».

Nello specifico, per quanto riguarda il servizio di Polizia Municipale sono diverse le attività intraprese: corso di formazione tenuto dal comandante Daniele Zucconi e allargato ai comuni della Piana, al quale hanno partecipato anche vigili provenienti da altre città toscane; creazione di nuclei speciali per singole materie (sicurezza urbana, attività produttive, ambiente ed edilizia); attivazione di posti di controllo (6 a novembre, di cui 2 con i Carabinieri e 8 a dicembre); riduzione degli orari di apertura al pubblico per garantire una maggiore presenza di vigili sul territorio; aumento dell’organico di Polizia Municipale di una unità; a gennaio, infine, sarà acquistato l’etilometro, che verrà messo a disposizione degli altri comandi di Polizia Municipale della Piana e delle forze di polizia che ne richiederanno l’utilizzo. Andando poi sui numeri, nel mese di novembre sono stati controllati 56 veicoli, che sono arrivati a 105 a dicembre per un totale di 12 sanzioni emesse per infrazioni al codice stradale. Sono state, infine, denunciate quattro persone: una per abuso edilizio, due per immigrazione clandestina e una per reati ambientali. «L’obiettivo – ha concluso il Sindaco – non è fare sanzioni a raffica, ma mettere in piedi un sistema di controlli che porti le persone a evitare comportamenti scorretti. Anche l’approvazione del regolamento per il sistema di telecamere per contrastare l’irregolare smaltimento dei rifiuti e quello sul controllo delle autocertificazioni vanno nella direzione di garantire una maggiore sicurezza al territorio e di riportare il tutto sul piano della legalità. Le telecamere ci consentiranno di ridurre drasticamente l’incivile pratica dell’abbandono dei rifiuti, che colpisce in modo inaccettabile alcune zone del nostro comune. L’altro regolamento, invece, ci permette di effettuare controlli sulla veridicità delle autocertificazioni presentate all’amministrazione comunale».

Advertising