LIVORNO Primo Piano – Operativo il sistema di telecontrollo al semaforo Mameli/Redi

da
Advertising

Livorno –


Incrocio di viale Mameli con via Redi/via Fabbricotti

Da luned 30 gennaio

Operativo il sistema di telecontrollo al semaforo Mameli/Redi

Sanzioni solo in caso di effettivo attraversamento con il rosso

Livorno, 27 gennaio 2017 – Entrerà pienamente in funzione nella notte tra domenica 29 e lunedì 30 gennaio (esattamente un minuto secondo dopo la mezzanotte) il sistema di telecontrollo delle infrazioni montato all’impianto semaforico che regola l’incrocio tra viale Mameli e via Redi/viale Fabbricotti.
Il sistema è stato infatti tenuto acceso e funzionante per alcune settimane per essere testato e collaudato, e ha ottenuto la certificazione da parte di un organismo terzo, come prevede la legge.
Da lunedì, quindi, scatteranno le sanzioni in caso di attraversamento con il rosso.

L’impianto, progettato dal settore tecnologico della Polizia Municipale e realizzato dalla ditta Project Automation Spa, è il primo in città ad essere dotato di sistema STARS (Sanzionamento dei Transiti Abusivi al Rosso Semaforico, ai sensi dell’art. 146 del Codice della Strada), che aiuta a prevenire e reprimere comportamenti alla guida che possono essere fonte di pericolo alle intersezioni stradali caratterizzate da alta incidentalità, come è nel caso dell’incrocio Mameli/Redi/Fabbricotti.

Tutte le procedure relative alle sanzioni sono gestite da personale della Polizia Municipale opportunamente formato, e il sistema non richiede alcun intervento da parte di ditte private che abbiano un ritorno economico in base al numero di violazioni accertate.

Come funziona la procedura
Le telecamere attivano l’impianto di registrazione solo in caso di effettivo attraversamento della linea dello stop con il rosso.

Nel caso in cui il conducente, dopo aver regolarmente attraversato la linea dello stop, per un qualsiasi motivo fosse impossibilitato a completare l’attraversamento (per esempio a causa di un rallentamento della viabilità), il sistema sarà in grado di comprendere che non c’è infrazione e non invierà alcuna segnalazione alla centrale della Polizia Municipale.

In caso di infrazione, invece, il sistema trasmetterà un filmato, una sequenza di fotogrammi a breve distanza, una foto OCR con targa evidenziata rispetto allo sfondo.
Alla ricezione del materiale in centrale, è previsto un ulteriore controllo “a occhio” da parte di un agente, prima della definitiva validazione.

Si ricorda che la sanzione amministrativa ammonta a 163 euro (con decurtazione di 6 punti dalla patente) e che, nel caso in cui l’infrazione venga ripetuta entro un biennio, si incorre nella sospensione della patente da uno a tre mesi.
Se l’infrazione viene commessa in orario notturno (dalle ore 22 alle 7 del mattino) la sanzione è maggiorata di un terzo (217,33 euro).

Advertising