[TORINO] Misure antismog approvate dalla Giunta Comunale

da
Advertising

di Piera Villata

Dal 14 dicembre nel perimetro cittadino sono in vigore le misure emergenziali antismog previste dal protocollo regionale e recepite dalla Città con l’ordinanza numero 81. Tuttavia è necessario applicare misure più restrittive in quanto le concentrazioni di PM10 rilevate a Torino, sono rimaste superiori al valore limite giornaliero di 50 μg/m3. In questi due mesi si è attivato quattro volte il primo dei quattro livelli (“giallo”) per 28 giorni e una volta il secondo livello (“arancio”) per 2 giorni.

Pertanto, la Giunta comunale nella seduta di oggi, ha approvato provvedimenti   più restrittivi soprattutto nei confronti dei veicoli diesel. In particolare verranno attivati anticipatamente – all’aumento degli inquinanti –  i provvedimenti prima previsti per i livelli “arancio”, “rosso cinabro” e “rosso vivo” e nelle domeniche 5 marzo e 2 aprile sarà attivo il blocco totale della circolazione su tutto il territorio comunale nella fascia oraria 10-18.

A partire da lunedì 20 febbraio e fino al 15 aprile, sarà attivo in modo continuativo – dal lunedì alla domenica –  il blocco della circolazione urbana per i veicoli alimentati a benzina, metano o GPL con omologazioni precedenti all’Euro 1 e alimentati a diesel con omologazioni precedenti all’Euro 3.

Le misure di emergenza

Al raggiungimento consecutivo per sette giorni del valore limite giornaliero pari a 50 μg/m3(livello giallo) sarà attivo il blocco della circolazione urbana per i veicoli privati diesel Euro 3 ed Euro 4 dalle ore 8 alle 19 mentre per i veicoli adibiti al trasporto merci dalle ore 8.30 alle 14 e dalle ore 16 alle 19 nei giorni feriali e dalle ore 8.30 alle 15 e dalle 17 alle 19 nei giorni di sabato e festivi; la riduzione di 2 gradi o di 2 ore del funzionamento del riscaldamento degli edifici; il divieto di bruciare residui vegetali in campo e spandimento libero in agricoltura dei liquami derivanti da deiezioni animali; il divieto di utilizzo di caminetti, nel caso sia presente un sistema alternativo per il riscaldamento domestico.

Al raggiungimento per tre giorni consecutivi della concentrazione di PM10 pari a 100 μg/m3 (“livello arancio”) saranno inoltre previsti il blocco totale della circolazione dei mezzi privati diesel dalle ore 8 alle 19 mentre per i veicoli adibiti al trasporto merci tra le ore 8.30 e le 14 e dalle 16 alle 19 nei giorni feriali e dalle ore 8.30 alle 15 e dalle 17 alle 19 nelle giornate di sabato e festivi.

Limitatamente all’area ZTL sarà previsto il blocco totale della circolazione dalle ore 8 alle ore 19 di tutti i veicoli privati con esclusione dei veicoli dei residenti nell’area stessa (con permesso BLU-residenti o Permesso di sosta in ZTL residenti/dimoranti) purché abilitati a circolare nel resto della città (veicoli a benzina, gpl e metano con omologazione almeno Euro 1);  il blocco dalle ore 8 alle ore 19 dei veicoli adibiti al trasporto merci  alimentati a benzina e diesel con omologazione precedente all’Euro 1; il blocco dalle ore 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19 nei giorni feriali e dalle ore 8.30 alle 15 e dalle 17 alle 19 nelle giornate di sabato e festivi di tutti i veicoli adibiti al trasporto merci alimentati a benzina e diesel con omologazione almeno euro 1 e di tutti i veicoli gpl e metano.

Dopo tre giorni consecutivi di concentrazione di PM10 pari a 150 μg/m3 (livello “rosso cinabro”), in aggiunta a quanto previsto ai punti precedenti, ci sarà il blocco totale della circolazione urbana dei veicoli privati con orario 8-19 e con orario dalle ore 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19 nei giorni feriali e dalle ore 8.30 alle 15 e dalle 17 alle 19 nelle giornate di sabato e festivi per i veicoli adibiti al trasporto merci.

Per informare la cittadinanza sarà realizzato un capillare piano di comunicazione d’emergenza.

 

 

Fonte: Comune di Torino

Advertising