ALTOPASCIO – A gennaio Aumentati i controlli (e le contravvenzioni) della Polizia Municipale

ALTOPASCIO – A gennaio Aumentati i controlli (e le contravvenzioni) della Polizia Municipale

da
Advertising

 ALTOPASCIO – A gennaio Aumentati i controlli (e le contravvenzioni) della Polizia MunicipaleAltopascio – C’e’ chi maligna che rispetto al passato adesso la nuova amministrazione guidata dalla sindaca D’Ambrosio punti a fare cassa aumentando i controlli e le conseguenti contravvenzioni della Polizia Municipale.

Questo il bilancio di gennaioSei veicoli senza assicurazione e diciannove non revisionati, per un totale di 121 mezzi fermati e 30 verbali per violazione del codice della strada. Questo è il bilancio dei controlli effettuati nel mese di gennaio sulle strade di Altopascio dalla Polizia Municipale, grazie alle postazioni che a rotazione hanno toccato tutto il territorio comunale. Una di queste, tra l’altro, in linea con quanto richiesto dalla nuova giunta, è stata effettuata insieme al Reparto prevenzione crimine di Firenze.

Entra nel vivo, dunque, la riorganizzazione del servizio di Polizia Municipale, che dal novembre scorso può contare su un nuovo comandante e, quindi, su un agente in più, con un incremento di organico che ha portato il corpo di polizia da nove e dieci unità.

Rispetto al mese di dicembre i posti di controllo della Municipale sono passati da 13 a 16: numero destinato a crescere già a febbraio, in quanto è ufficialmente partita la collaborazione con le altre forze dell’ordine per specifici interventi sul territorio. Particolare importanza, così come spiegato dal comandante Daniele Zucconi, rivestono i controlli preventivi utili per individuare i veicoli che transitano senza aver effettuato la revisione periodica o senza copertura assicurativa. Nel primo caso si tratta di mezzi di trasporto il cui mancato controllo determina possibili pericoli per la sicurezza dei conducenti e aumenta in modo esponenziale il rischio di generare incidenti. Nel secondo, invece, la mancanza di copertura assicurativa comporta un duplice problema: da una parte la difficoltà nell’ottenere il risarcimento in caso di dannui alle persone o al mezzo; dall’altra la possibilità concreta di fughe in seguito alla determinazione o al coinvolgimento in incidenti.

«Ciò che ci preme – commenta il Sindaco, Sara D’Ambrosio – è riuscire a garantire una maggiore presenza di agenti sul territorio. Cosa che stiamo facendo anche grazie alla decisione di ridurre i giorni di apertura al pubblico degli uffici di front-office della Municipale. L’intervento sulla sicurezza si sta sviluppando su più livelli: oltre ai controlli sulle strade, è in corso un vero e proprio piano per il contrasto dei reati ambientali, a partire dall’abbandono dei rifiuti, la mappatura degli immobili abbandonati e fortemente degradati, teatro spesso di situazioni di illegalità, il controllo delle norme urbanistico-edilizie. Tutti elementi, questi, che hanno portato alla riorganizzazione complessiva della Polizia Municipale, attraverso anche la riassegnazione di incarichi e responsabilità agli agenti e la creazione di specifici nuclei operativi che permettono di svolgere il lavoro in modo organizzato. L’obiettivo è sempre lo stesso: far tornare Altopascio un luogo più bello e più sicuro, curato anche dal punto di vista del decoro urbano e, quindi, più vivo. Portare persone nuove nel nostro comune, far conoscere maggiormente il patrimonio storico e artistico che possediamo e, di conseguenza, diminuire quella percezione di insicurezza che spesso pervade i cittadini è la vera sfida che abbiamo davanti, per vincere la quale dobbiamo lavorare ogni giorno, con costanza, dedizione e coraggio».

Advertising