PORCARI Nicoletta Braschi apre il Teatro Festival – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

LUCCA. Sarà l’attrice Nicoletta Braschi la madrina dell’edizione 2017 di Lucca Teatro Festival che si svolgerà dal 24 marzo al 2 aprile. Nota per le sue poliedriche performances teatrali e per le indimenticabili interpretazioni cinematografiche, molte delle quali accanto al marito Roberto Benigni, la Braschi ha accettato con entusiasmo la proposta di partecipazione alla rassegna teatrale in questione, promossa da “La cattiva compagnia” in collaborazione con il Comune e la Provincia di Lucca e il teatro del Giglio e con il contributo della fondazione Cassa di Risparmio che sostiene l’iniziativa sin dagli esordi «convinta – precisa il direttore Marcello Bertocchini – della qualità dell’offerta culturale che si colloca a livelli eccellenti e, con il cartellone di quest’anno, promette un grande salto di qualità».

Sabato 25 marzo Nicoletta Braschi sarà la protagonista dello spettacolo “Giorni felici” di Samuel Beckett, per la traduzione di Carlo Fruttero e la regia di Andrea Renzi che la affianca sul palcoscenico del teatro del Giglio. Si parla della condizione della donna, vista da diverse angolature, in un’alternanza insensata di momenti che sono il cuore della straordinaria esplorazione beckettiana della vita ai margini della follia. La rappresentazione sarà preceduta da un incontro pubblico, previsto per le 17 in San Francesco.

Altra ospite d’eccezione l’attrice comica Katia Beni, il 1° aprile al teatro San Girolamo con la lezione-spettacolo “La comicità è una cosa seria” un entusiasmante e divertente viaggio attraverso i meccanismi che portano a ridere. Sul medesimo palcoscenico, il giorno precedente si rivivrà la storia del rock, narrata e suonata dal vivo dalla band Flexus. E il 31 marzo “Valentina e i Giganti”, uno spettacolo fantastico che accompagnerà il pubblico in una fiaba dai contorni moderni. Il 2 aprile si torna al Giglio con “Il tamburo magico” ispirato all’omonima favola di Gianni Rodari, prodotto dallo stesso ente teatrale lucchese e realizzato in collaborazione con le scuole e gli allievi di GiglioLab. Lucca Teatro Festival è anche incontri letterari. Il 24 marzo l’appuntamento è con l’attore, regista e drammaturgo Giorgio Scaramuzzino alla libreria “Pensieri Belli” in via Veneto che il 31 marzo ospiterà l’incontro “Saltando di libro in palco” con l’attore Riccardo Festa, mentre il 27 marzo Cristiana Traversa sarà all’Agorà per presentare “Lupi per tutti i gusti”, una carrellata di fiabe dedicate a uno degli animali più presenti nei racconti per bambini. Per l’incontro “La diversità come ricchezza”dedicato al disagio giovanile e curato dal dottor Enrico Marchi col regista Simone Rabassini, lunedì 27 marzo ci si trasferisce nella sala Tobino di palazzo Ducale, dove è previsto anche un intervento di Samuele Cosentino dell’associazione “Andare Oltre si può”. Tra i laboratori più attesi “Scuolabroc” con la regista Cristina Pezzoli e “Il teatro delle possibilità” rivolto a soggetti disabili.

Si rinnova la collaborazione con il Comune di Capannori e arriva il sodalizio con i Comuni di Porcari e Castelnuovo Garfagnana, interessati da spettacoli e laboratori. Un progetto interessante, frutto di un’accurata selezione per opere teatrali di rilievo «che – spiega l’assessore Ilaria Vietina, giungono a

Lucca dotate di riconoscimenti a livello nazionale che danno lustro alle compagnie». La rassegna gode anche della fiducia del teatro del Giglio che – spiega il presidente Stefano Ragghianti – in questi anni ha molto puntato sui giovani e soprattutto sulle scuole».

Rossella Lucchesi

Fonte: Il Tirreno

Advertising