[ REGIONE TOSCANA ] Aferpi, Grieco: “La Regione cammina con i lavoratori”

da
Advertising

PIOMBINO – La Regione cammina nella stessa direzione dei lavoratori di Aferpi. Lo ha ribadito stamani l’assessore regionale al lavoro Cristina Grieco intervenendo durante la lunga e articolata riunione della cabina di regia organizzata a Piombino per fare il punto sullo stato di attuazione dell’accordo di programma del 24 aprile 2014.

A una delegazione di lavoratori che stavano manifestando e si sono presentati nell’aula per portare le loro istanze e esprimere la preoccupazione per il futuro Grieco ha ricordato che “non siamo su fronti contrapposti ma stiamo andando nella stessa direzione. Anche nel pressing costante che stiamo facendo sul Governo, l’obiettivo primo è quello di accompagnare il processo di riconversione verso nuove prospettive occupazionali. L’impegno è collettivo, portato avanti a tutti i livelli istituzionali, insieme alle organizzazioni sindacali. E nel lavoro che stiamo conducendo le istanze dei lavoratori sono al primo posto”.

L’assessore Grieco, nel ripercorrere le tappe delle azioni messe in campo, ha quindi ricordato che sono stati aperti gli incentivi per l’occupazione a Piombino dove la Regione ha stanziato 1 milione e 250mila euro. Sono stati attivati i lavori di pubblica utilità finanziando anche progetti del Comune di per 18 lavoratori. È stato poi conquistato un anno in più di cassa integrazione straordinaria per le aree di crisi complessa grazie all’impegno diretto del presidente Enrico Rossi; inoltre c’è un intervento straordinario sulla cassa integrazione in deroga sul quale la Regione sta continuando a lavorare. È infine in atto un lavoro per l’assegno di ricollocazione.

Si sta lottando non solo per gli ammortizzatori sociali ma anche per il lavoro, come ha detto il consigliere del presidente per il lavoro Gianfranco Simoncini ribadendo quanto già detto da Rossi nei giorni scorsi su Aferpi. Come ha avuto modo di dire il presidente dopo l’incontro  con il  ministro allo sviluppo economico Calenda, chiediamo che il Governo si faccia garante dell’accordo di programma e metta alle strette  Rebrab sulla base di un cronoprogramma serrato affinché risponda finalmente dopo questi mesi di silenzio. Quello che interessa è la ripresa dell’attivita’ produttiva e dell’occupazione.

Il 21 febbraio il presidente Rossi sarà di nuovo a Roma per affrontare di nuovo la tematica con il ministro Calenda, incontro sollecitato proprio dalla Regione e dal Comune. Rossi sarà accompagnato dal sindaco di Piombino Massimo Giuliani. 

(nella foto un momento dell’incontro di oggi)  

 

Fonte: Regione Toscana

Advertising