[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Comunicazione: Serracchiani, con i social Fvg più vicino ai cittadini

da
Advertising

“Bene Manifesto contro le parole ostili sul web, sì al rispetto”

Trieste, 17 feb – “L’utilizzo dei social network da parte della
Regione Friuli Venezia Giulia sarà lo strumento per essere vicini
ai nostri cittadini e per scambiarci delle opinioni”.

Così la presidente della Regione Debora Serracchiani ha
battezzato l’avvio del profilo istituzionale Twitter della
Regione, dopo che lo scorso 15 febbraio è stato già attivato il
profilo su Facebook. L’occasione per l’avvio della nuova presenza
istituzionale sui social è stata data dalla presentazione alla
Stazione marittima di Trieste del “Manifesto della comunicazione
non ostile”, un decalogo di stile e di comportamenti che promuove
la presenza civile e partecipata all’interno dei social e che
combatte la violenza verbale perpetrata attraverso la rete.
L’evento, nato da un’idea di Rosy Russo tradottasi nella
collaborazione di 100 persone e poi di altre 250 sul web, è stato
sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia e pienamente
appoggiato dalla presidente della Camera dei Deputati Laura
Boldrini che è intervenuta oggi alla giornata inaugurale di
“Parole O_Stili”, insieme al testimonial d’eccezione Gianni
Morandi.

“Un’iniziativa straordinaria che ha avuto una grande eco e che è
molto importante”, ha osservato Serracchiani. La novità della
presenza della Regione Friuli Venezia Giulia con un profilo
istituzionale su Facebook e Twitter – e prossimamente anche su
Instagram – è una scelta precisa. “Vogliamo avere un confronto
con i cittadini – ha detto la presidente del Friuli Venezia
Giulia -, vogliamo anche avere – perché no – dissenso laddove le
cose non hanno funzionato come avrebbero dovuto e apprezzamento
dove ci abbiamo azzeccato”.

Serracchiani è salita sul palco della manifestazione, insieme a
Gianni Morandi e ad Alberto Fedel, per esprimere la convinzione
che occorre pretendere rispetto anche sui social. “Non si può
accettare supinamente la maleducazione l’eccesso, l’insulto e la
cattiveria”, ha detto la presidente della Regione, annunciando,
per quanto riguarda il suo profilo social personale, da oggi
bloccherà i post di chi travalica i limiti del rispetto.

Sulle degenerazioni nei social, in particolare nella forma più
odiosa della violenza sessista nei confronti delle donne, si è
soffermata la Presidente della Camera. Laura Boldrini ha
ricordato di aver scritto una lettera al fondatore e
amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg e ha ammesso
di attendere ancora una risposta chiara sul tema delle assunzioni
di responsabilità da parte di chi controlla una piattaforma che
conta 28 milioni di iscritti nella sola Italia.

Alla prima giornata di “Parole O_Stili”, che proseguirà anche
domani, erano presenti varie autorità, tra cui gli assessori
regionali Gianni Torrenti e Loredana Panariti, il presidente del
Consiglio regionale Franco Iacop e il prefetto di Trieste
Annapaola Porzio, mentre per il Comune di Trieste ha preso la
parola l’assessore Serena Tonel.
ARC/PPH/EP

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising