[TORINO] Giornata Internazionale della Lingua Madre, le iniziative della Città

da
Advertising

di Mariella Continisio

Promuovere e valorizzare il multilinguismo, la diversità linguistica e culturale sono gli obiettivi della Giornata internazionale della Lingua Madre, che si celebra il 21 febbraio di ogni anno. Istituita dall’Unesco nel 1999 è stata riconosciuta dall’Assemblea Generale dell’Onu per ricordare l’uccisione nello stesso giorno del 1952 di studenti bengalesi che protestavano per il riconoscimento del loro idioma come lingua ufficiale.

Una celebrazione tanto più importante oggi dal momento che le culture e le lingue del mondo sono sempre più presenti nelle scuole e nelle città italiane.

Da lunedì 20 a venerdì 24 febbraio la Città di Torino promuove e organizza un ricco programma di incontri e attività a testimonianza dell’impegno quotidiano dei servizi educativi – nidi e scuole dell’infanzia – insieme ai Centri di Cultura di ITER a favore delle diversità linguistiche e culturali.

Tante lingGiornata internaz lingua madre ridue, tante culture, una città” è il calendario delle iniziative che coinvolgerà bambine, bambini, famiglie, insegnati ed educatrici nel Centro per la Cultura ludica “Walter Ferrarotti” in via Fiesole 15, nella biblioteca “Bibliomouse” e nei reparti di pediatria dell’ospedale infantile Regina Margherita, nell’oratorio della parrocchia San Pietro in Vincoli a Cavoretto, nei nidi e nelle scuole dell’infanzia della Città.

Sono molto orgogliosa di festeggiare con tutti voi una giornata così importante – ha sottolineato Federica Patti, Assessora all’Istruzione e all’Edilizia scolastica della Città di Torino -. La presenza di tanti bambini e bambine con background culturali differenti pone i servizi educativi e la scuola di fronte alla necessità di interrogarsi sui valori e sui metodi delle azioni educative per rispondere a una società che cambia. L’iniziativa Tante Lingue, Tante Culture, una Città, racchiude l’attenzione dell’Assessorato all’Istruzione della Città al pluralismo delle lingue e delle culture e contribuisce a proporre un approccio integrato tra la scuola e il territorio per una educazione alla partecipazione responsabile, condivisa e comune, nell’ottica di una società accogliente e inclusiva”.

In via Fiesole saranno presentati i giochi cantati in italiano e i risultati di una ricerca di quelli in lingua inglese “Singing games”, con un’introduzione storica e momenti ludici nell’ambito del percorso formativo rivolto a insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria.

All’ospedale infantile, in collaborazione con il Museo di Arti Orientali, i piccoli pazienti si divertiranno con il gioco del memory a riconoscere le immagini delle opere artistiche  delle aree geografiche (India, Giappone, Cina, Paesi islamici dell’Asia come l’Iran e quelli della regione dell’Himalaya) ospitate nelle loro collezioni.

A Cavoretto, le bambine e i bambini della scuola dell’infanzia comunale, i giovani africani del centro di accoglienza “Hotel Parco Europa” di Cavoretto e le bimbe e i bimbi della Scuola popolare di musica di Torino realizzeranno uno spettacolo per far conoscere lingue, racconti, danze e musiche da tutto il mondo.

Nei nidi e nelle scuole dell’infanzia si svolgeranno letture di storie, filastrocche, poesie e canti con i genitori in varie lingue (araba, rumena, ucraina, spagnola, russa, inglese, cinese, portoghese, olandese, tedesca, senegalese e francese).

A Palazzo civico, martedì 21 febbraio alle ore 11.00, si svolgerà la celebrazione ufficiale della Giornata internazionale della Lingua Madre. Federica Patti, Assessora all’Istruzione e Mario Squartini, Vicedirettore alla ricerca del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Torino, incontreranno alcuni gruppi di allieve e allievi delle scuole primarie e secondarie di primo grado che partecipano al progetto “Italiano L2 a Scuola”.

Il programma delle iniziative è consultabile sul sito web della Città: www.comune.torino.it/servizieducativi/index.html

 

 

 

 

 

Fonte: Comune di Torino

Advertising