MODENA – “RI-COMINCIO DA ME” / 3 – IL FORUM “DONNE IN RI-NASCITA”

da
Advertising

Consigli pratici per ricominciare una nuova fase della vita, trasformando i periodi di crisi in opportunità attraverso dieci interventi di mezz’ora tenuti da formatori, professionisti e coach. È una delle proposte principali della prima edizione di “Donne in ri-nascita”, il forum dedicato alle donne all’interno di “Ri-comincio da me” che si pone l’obiettivo di aiutare chi ha perso un lavoro e vuole ricollocarsi o reinventarsi un’attività in proprio, fornendo tra le altre cose, informazioni sulla ricerca attiva del lavoro, gestione del tempo, costruzione di un business plan.

Tra i docenti ci sarà anche Anna Marchetti, stilista e presidente di Anna Marchetti Group che domenica 26 febbraio alle 14,30 terrà un seminario dal titolo “L’abito fa il monaco (nel lavoro). Tre principi per migliorare il tuo stile personale”. Una serie di consigli sull’importanza di curare il proprio look per un colloquio di lavoro e per fare carriera, rispettando la propria personalità e il proprio gusto.

Il forum si chiuderà con una tavola rotonda dal titolo “Il coraggio di osare (con il cuore). Idee, pensieri e azioni per donne coraggiose”. Alla conversazione intervengono Flavia Fratello, giornalista e conduttrice La7, volto dell’edizione del mattino del TgLa7 e inviata; Alessandra Appiano, scrittrice e giornalista che scrive anche su Donna moderna e Il fatto quotidiano; Sonia Cellini, presidente Arianne Onlus che fornisce sostegno alle donne ammalate di endometriosi; Tina de Falco, fondatrice Splash Museum, primo museo di arte contemporanea in Italia all’interno di scuole pubbliche che si trova anche a Sassuolo; Daniela Ferrari, avvocata; Anna Perna, formatrice e counselor; Chiara Giovenzana, ricercatrice a capo della start up Cellec Biotek AG che si occupa di biotecnologie.

Al termine della tavola rotonda si svolgerà la prima edizione del premio “Donne in Ri-nascita”. A riceverlo saranno Tina De Falco, per l’impegno profuso nell’educazione dei bambini al linguaggio dell’arte; Mirella Guicciardi, avvocata, per il suo lavoro nella promozione dell’educazione alla non discriminazione e alle pari opportunità nel mercato del lavoro; Annalisa Vandelli, giornalista di guerra free lance; Silvia Pini, imprenditrice, per la determinazione e la capacità con le quali conduce l’azienda di famiglia.

Advertising