Firenze Piano di razionalizzazione delle partecipate, via libera della giunta

da
Advertising

E’ stata approvata oggi in giunta la delibera che dà il via alla revisione straordinaria delle partecipate e all’individuazione di quelle da alienare e razionalizzare, in anticipo sui tempi stabiliti dal Governo con il decreto attuativo della riforma “Madia” e il decreto “Milleproroghe”.

Grazie ad una politica avviata da tempo dalla giunta e dall’assessore alle partecipate Lorenzo Perra, Palazzo Vecchio prosegue con l’obiettivo di razionalizzazione delle proprie società partecipate. Nello specifico con la delibera, che dovrà adesso passare al vaglio del consiglio comunale, si approva il piano di ricognizione delle società partecipate nel quale sono state individuate quelle detenibili ai sensi di legge e quelle da alienare o oggetto di razionalizzazione. Il piano prevede, in continuità con il piano di razionalizzazione 2015, il conferimento in Silfi spa del ramo di azienda di Ataf spa che si occupa della gestione e manutenzione delle paline “intelligenti” e delle pensiline a servizio del Tpl. Inoltre per quanto riguarda Afam si prevede il mantenimento della partecipazione al 20% del capitale azionario. “Contemporaneamente – ha spiegato l’assessore Lorenzo Perra – abbiamo deciso di procedere ad uno studio di fattibilità che supporti, soprattutto a livello industriale, l’aggregazione di altre società partecipate in Silfi spa, per creare un unico soggetto che si occupi a 360 gradi di smart city. Un percorso complessivo – ha concluso l’assessore – che porterà a migliorare i servizi e a diminuire ulteriormente i costi”.

Nel corso della giunta sono state passate in rassegna anche le altre società partecipate, che rendono un quadro complessivamente positivo in termini di solidità economica e patrimoniale. (sp)

 

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising