[REGIONE EMILIA ROMAGNA] Imprese, la Cisa-Allegion di Faenza si allea con l'Università di Bologna e punta sul nuovo Centro di rice…

da
Advertising

L’assessore Costi: “Ricerca e produzione insieme nello stesso sito una buona base per il futuro”

archivio Agenzia informazione e comunicazione Regione Emilia-RomagnaLa Cisa-Allegion di Faenza si allea con l’Università di Bologna e punta sul nuovo Centro di ricerca. Durante l’incontro di monitoraggio che si è tenuto ieri a Roma presso il Mise (Ministero dello sviluppo economico), l’azienda ha illustrato lo stato di avanzamento del piano industriale che prevede investimenti per 17 milioni di euro nel biennio 2015-17. Dopo la profonda ristrutturazione dell’azienda, concordata con istituzioni e parti sociali, si delinea un rilancio dello storico marchio presente in Emilia-Romagna. 

“Ricerca e produzione insieme nello stesso sito- commenta l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi– sono una buona base per il rilancio aziendale. L’innovazione non è qualcosa di astratto, nasce principalmente dalla contaminazione in azienda tra i diversi reparti. Positivo che uno dei pilastri del nuovo Centro ricerche di Faenza sia stato il bando regionale sulla ricerca, portato avanti in collaborazione con l’ateneo bolognese”. 

In particolare, è ormai quasi del tutto completato il nuovo Centro di ricerca di Faenza che occuperà circa 70 addetti, oggetto fra l’altro di 11 nuove assunzioni di specialisti del settore. Si tratta di 5 mila metri quadri in totale dedicati al cuore strategico aziendale: una scelta coerente con il recente progetto di ricerca finanziato su bandi regionali con fondi Ue, che Cisa ha portato avanti con l’Università di Bologna nel campo della realizzazione dei prototipi hi-tech dei nuovi prodotti. Un tassello che fa ben sperare per il futuro dell’azienda, come hanno sottolineano sia l’assessore Costi che il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi, presente all’incontro.
Il nuovo Centro, quasi del tutto ultimato, sarà formalmente inaugurato entro giugno prossimo.

Fonte: Regione Emilia Romagna

Advertising