MODENA – Modena aderisce alla Giornata Mondiale delle Encefaliti

da
Advertising

L’encefalite è un’infiammazione celebrale che ogni anno nel mondo colpisce 500.000 persone. Le cause sono molteplici, talvolta difficili da individuare.
Gli esiti di questa malattia sono spesso gravi, per cui potrebbe essere difficoltoso tornare al lavoro o agli studi. Come spiega il prof. Paolo Frigio Nichelli – Direttore della Neurologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, Ospedale Civile di Baggiovara – “l’encefalite può influenzare abilità quali la concentrazione, l’attenzione, il pensiero, la memoria, il giudizio e il controllo del comportamento, lasciando un’eredità di problemi aggiuntivi come l’epilessia o la stancabilità”.

L’encefalite è una patologia ancora poco nota e per questo è nata la Giornata Mondiale dell’Encefalite che, col progetto, “Illuminare l’Encefalite” e la campagna chiamata #RED4WED (in Rosso per la World Encefalitis Day – Giornata Mondiale dell’Encefalite) chiede alle persone di “indossare qualcosa di rosso” il 22 febbraio e condividere le proprie fotografie su diverse piattaforme di social media.

La città di Modena aderisce all’iniziativa illuminando di rosso, mercoledì 22 febbraio, la Fontana dei due Fiumi, in Largo Garibaldi.

L’iniziativa, patrocinata del Comune di Modena, è finalizzata alla sensibilizzazione nei confronti di un complesso di patologie (alcune infettive, altre di tipo autoimmune) che nel corso degli ultimi anni hanno visto significativi progressi nella diagnosi e nella terapia ma che richiedono una maggiore consapevolezza da parte delle persone e dei medici.

 

Per approfondimento:

www.policlinico.mo.it/home.html

www.worldencephalitisday.org

www.worldencephalitisday.org/illuminating-encephalitis

Advertising