Capannori Partono mercoledì 15 marzo da Lunata le riunioni con i cittadini per il nuovo progetto del controllo di vicinato

da
Advertising

Capannori –

Miccichè

Si terrà mercoledì 15 marzo a Lunata la prima riunione con i cittadini per il nuovo progetto di controllo di vicinato finalizzato ad aumentare la sicurezza sul territorio, frutto di un accordo tra amministrazione comunale e Prefettura di Lucca. Il controllo di vicinato è un nuovo modello di sicurezza solidale che vedrà impegnati gruppi di cittadini per ogni frazione del territorio nel segnalare tempestivamente alla polizia municipale situazioni e fatti sospetti. Un modo per svolgere un controllo capillare del territorio ed aumentare quindi la prevenzione.

Il progetto prenderà il via  in forma sperimentale nelle frazioni  di Lunata, Marlia, Camigliano e Guamo, dove si svolgeranno anche i primi quattro  incontri con i cittadini (Marlia 22 marzo, Camigliano 29 marzo, Guamo 5 aprile), poiché nei gruppi del progetto ‘Whatsappiamo sicurezza’ i residenti di queste frazioni sono quelli che si sono dimostrati più partecipi e con la maggiore frequenza di segnalazioni, ma in futuro il progetto sarà esteso a tutto il territorio. Per questo gli incontri  con i cittadini, ai quali parteciperanno l’assessore alla sicurezza urbana Lia Miccichè e la comandante della polizia Municipale Iva Pagni – e saranno invitati rappresentanti delle varie forze dell’ordine – fin da subito saranno realizzati in tutte le frazioni del territorio per preparare per tempo la popolazione a questo nuovo tipo di collaborazione fra cittadini e forze di polizia basata esclusivamente sulla segnalazione immediata di situazioni sospette o insolite non prevedendo alcun altro tipo di attività. Gli incontri avranno anche una funzione educativa in quanto prepareranno i  cittadini a capire quando una situazione può davvero essere ritenuta sospetta.

“Stiamo terminando di mettere a punto il calendario degli incontri organizzativi con i cittadini che faremo negli esercizi pubblici delle varie frazioni in orario serale per coinvolgere più persone possibili e sottolineare che si tratta di un progetto che riguarda tutta la comunità – spiega l’assessore alla sicurezza urbana Lia Miccichè- . Si metterà infatti in moto un meccanismo  di sicurezza solidale, poiché non si segnalerà solo ciò che riguarda sé stessi ma anche e soprattutto quello che riguarda gli altri. L’obiettivo, prioritario per la nostra amministrazione, è migliorare la qualità della vita dei cittadini e consentire loro di vivere in sicurezza. Per questo stiamo lavorando all’aumento dell’organico della polizia municipale, in modo da poter potenziare la presenza sul territorio”.

Ogni gruppo di controllo di vicinato avrà un coordinatore che sarà in contatto diretto con la polizia municipale. Nelle frazioni saranno posizionati cartelli con scritto ‘Qui si svolge il controllo di vicinato’, che dovrebbero servire da deterrente per i malintenzionati.

Advertising
Tags: