[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Prima casa: domande contributo ristrutturazione/acquisto nelle banche

da
Advertising

Trieste, 23 feb – Da mercoledì 1 marzo sarà possibile, presso
gli sportelli di 370 filiali di banche presenti in Friuli Venezia
Giulia, consegnare direttamente le domande per i contributi
regionali finalizzati alla ristrutturazione o all’acquisto,
sempre con contestuale ristrutturazione, della prima casa di
abitazione.

Sono state infatti firmate oggi a Trieste, alla presenza
dell’assessore regionale alle Infrastrutture Mariagrazia Santoro,
le convenzioni fra la Regione e 17 istituti di credito per
l’erogazione degli incentivi di edilizia agevolata previsti dalla
legge regionale 1/2016.

Nel dettaglio l’Amministrazione regionale delega attraverso
questo accordo l’attività di ricevimento delle domande, offrendo
ai cittadini la comodità di poter disporre del presidio capillare
sul territorio degli sportelli bancari.

Gli istituti di credito inoltre acquisiranno, in un apposito
sistema informatico messo a disposizione dalla Regione, alcuni
elementi fondamentali contenuti nelle richieste presentate a mano
dai cittadini, dopo di che rilasceranno una ricevuta
riepilogativa ai richiedenti e entro sette giorni spediranno le
domande cartacee raccolte a Banca Mediocredito (alla quale con
apposita convenzione è stata demandata la gestione delle restanti
fasi del procedimento contributivo).

Si tratta, come ha sottolineato l’assessore Santoro, di un
servizio per un canale contributivo, quello della prima casa, che
coinvolge una significativa fascia della popolazione e quindi
averlo reso più a portata di mano significa venire incontro alle
esigenze dei cittadini.

Ma l’assessore ha inteso guardare oltre e ha anticipato un punto
relativo all’attuazione della legge che si riferisce al credito.
“Credo – ha detto infatti Santoro – che adesso possiamo lavorare
sul tema delle garanzie, ovvero di come la Regione può dare
fiducia ai propri cittadini, in special modo ai lavoratori
precari, affinché questi possano contrarre un mutuo. Su questo
abbiamo trovato interlocutori molto attenti e nelle prossime
settimane approfondiremo il tema”.

Hanno sottoscritto l’accordo la Banca popolare di Cividale, la
Friuladria e la Federazione delle Banche di Credito Cooperativo
per conto delle seguenti associate: la Banca di Credito
Cooperativo di Basiliano, la Banca di Credito Cooperativo della
Bassa Friulana, la Banca di Carnia e Gemonese Credito
Cooperativo, la Banca di Credito Cooperativo di Fiumicello ed
Aiello del Friuli, la Banca di Credito Cooperativo del Friuli
Centrale, la Banca di Credito Cooperativo di Manzano (Udine), la
Banca di Udine Credito Cooperativo, il Credito Cooperativo
Friuli, la Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, la
Friulovest Banca – Credito Cooperativo, la Banca di Credito
Cooperativo di Doberdò e Savogna, il Credito Cooperativo – Cassa
Rurale ed Artigiana di Lucinico Farra e Capriva, la Banca di
Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse, la Banca di Credito
Cooperativo di Turriaco e la Banca di Credito Cooperativo del
Carso.

Da mercoledì 1 marzo il servizio di sportello sarà operativo ogni
giorno lavorativo, dal lunedì al venerdì con orario 9.00 – 12.30.
ARC/GG/EP

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising