[REGIONE UMBRIA] LUDOPATIA: “L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA FORTEMENTE IMPEGNATA NELLA PREVENZIONE E CONTRASTO DEL GIOCO D'A…

da
Advertising

 

“La Terza Commissione, su iniziativa della consigliera Casciari, ha approvato una proposta di legge che modifica la normativa regionale ’21/2014′ in materia di prevenzione e contrasto del gioco d’azzardo patologico’, stabilendo l’equiparazione tra le sale da gioco e le sale scommesse, sottoponendo anche queste ultime ai limiti previsti relativamente alla distanza di 500 metri da luoghi sensibili come le scuole”. Così la presidente dell’Assemblea legislativa, Donatella Porzi, risponde all’assessore del Comune di Perugia Diego Draman Wagué che nei giorni scorsi aveva sollecitato una sua iniziativa istituzionale in merito all’apertura di una sala scommesse nella zona di Porta Pesa.  

(Acs) Perugia, 24 febbraio 2017 – “Nei giorni scorsi l’assessore al Comune di Perugia Diego Draman Wagué, in una lettera aperta a me indirizzata, sollecitava un’iniziativa istituzionale per affrontare la questione relativa all’apertura di una sala scommesse nella zona di Porta Pesa, in prossimità di una scuola e del servizio Informagiovani. Proprio ieri, con grande soddisfazione, ho risposto all’assessore comunicandogli che la Terza Commissione permanente dell’Assemblea legislativa, su iniziativa della consigliera Carla Casciari, aveva approvato una proposta di legge, a mio giudizio molto importante, che modifica la normativa regionale ’21/2014′ in materia di prevenzione e contrasto del gioco d’azzardo patologico’, stabilendo l’equiparazione tra le sale da gioco e le sale scommesse, sottoponendo anche queste ultime ai limiti previsti relativamente alla distanza di 500 metri da luoghi sensibili come scuole e centri di aggregazione giovanili”. Così la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi.

La presidente Porzi sottolinea come l’atto approvato dalla Terza Commissione consiliare sia la testimonianza “della grande attenzione che l’Assemblea legislativa pone alla delicatissima questione del gioco d’azzardo patologico, con numerose iniziative ed atti che nel corso di questa X legislatura, ed anche nella precedente, hanno avuto come protagonisti consiglieri di tutti i gruppi assembleari, senza quelle distinzioni politiche o ‘ideologiche’ che su materie come questa riterrei francamente incomprensibili. Voglio ricordare che nella stessa seduta della Terza Commissione – aggiunge la Presidente – è stato approvato anche un emendamento del consigliere Andrea Smacchi  concernente la possibilità, per i Comuni, di disporre limitazioni orarie all’esercizio del gioco tramite appositi apparecchi posizionati all’interno delle sale in cui vi sia offerta di gioco lecito con vincite in denaro”.

“Quella del gioco d’azzardo – conclude Porzi – è una questione estremamente seria, complessa e delicata rispetto alla quale posso garantire che, nei limiti delle funzioni della Presidenza dell’Assemblea legislativa, esprimerò sempre il massimo dell’impegno istituzionale e politico nel sollecitare e promuovere confronti, riflessioni e iniziative concrete di prevenzione e contrasto”.  RED/tb

 

Fonte: Regione Umbria

Advertising