[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Salute: Telesca, ok a piano 2017 per promozione invecchiamento attivo

da
Advertising


Trieste 24 febbraio – Sostegno alle famiglie per il mantenimento degli anziani nelle proprie abitazioni, ma anche supporto per il libero movimento delle persone attraverso servizi di spostamento collettivo e promozione di corretti stili di vita per la prevenzione e il contrasto all’insorgere di specifiche patologie.

Sono questi solo alcuni degli interventi previsti nel Piano annuale 2017 per la promozione dell’invecchiamento attivo che la Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell’assessore alla Salute Maria Sandra Telesca, ha approvato nel corso della seduta odierna dell’Esecutivo. Il programma, a carattere triennale che viene declinato poi con specifici provvedimenti ogni dodici mesi, riconosce e valorizza il ruolo delle persone anziane della comunità e promuove la loro partecipazione alla vita sociale, civile, economica e culturale. Inoltre facilita percorsi di autonomia e di benessere sia fisico che mentale e sociale, sostenendo anche l’invecchiamento attivo come un processo che valorizza la persona come risorsa, rendendola protagonista del proprio futuro.

Nel programma sono state definite le modalità, le azioni e le risorse con cui le direzioni centrali della Regione concorrono alla sua realizzazione. “Quello approvato oggi – spiega Telesca – è uno strumento strategico che supera la logica tradizionale di programmazioni parallele e settoriali e si propone piuttosto di garantire l’effettiva applicazione del principio di trasversalità dell’efficacia della normativa sull’invecchiamento attivo. Ciò avviene con l’adozione di strumenti di pianificazione integrata, che valorizza i collegamenti tra politiche settoriali rivolte alle medesime categorie di destinatari, tenendo conto degli effetti reciproci”.

Il Piano operativo, che si articola in sette linee strategiche, declina per le varie Aree di intervento gli obiettivi individuati dal Programma triennale e le Azioni che si intendono realizzare nel corso del 2017 per il raggiungimento degli scopi prefissati. Tra questi figurano, ad esempio, il sostegno alle famiglie per la permanenza più a lungo possibile della persona anziana nel contesto familiare, implementando sia il Programma regionale SiConTe, sia la gamma di servizi offerti per l’analisi dei fabbisogni delle famiglie nonché delle informazioni sui principali benefici disponibili.

Altra linea di intervento è quella dedicata alla promozione di percorsi di formazione a sostegno dell’invecchiamento attivo. L’intento è quello di favorire e valorizzare il protagonismo degli anziani con iniziative a supporto dello scambio di conoscenze culturali e competenze professionali sia tra pari età sia con i più giovani. Nel campo dei trasporti, invece, è prevista un’azione che mira a favorire il libero movimento sul territorio delle persone in difficoltà, offrendo loro servizi di spostamento collettivo attrezzati e adattati.

Il Piano promuove anche la diffusione e l’adozione di corretti stili di vita tra le persone adulte e anziane, al fine di prevenire e contrastare l’insorgere di patologie. A tal proposito l’attenzione si focalizza sullo svolgimento dell’attività fisica, sia come fattore di prevenzione delle malattie croniche sia come strumento per il miglioramento del benessere delle persone. Per quanto riguarda infine il supporto alla domiciliarietà e all’abitare sociale, l’area di intervento si pone come obiettivo quello di evitare l’ospedalizzazione e l’inserimento in struttura degli anziani. Inoltre si cerca di favorire la creazione di ambienti di vita adatti alle persone della terza età, anche sperimentando forme abitative innovative e condivise.

ARC/AL/EP

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising