Firenze Bus turistici, l’assessore Giorgetti: “Già avviata la concertazione con aziende”

da
Advertising

“Abbiamo già avviato il percorso di concertazione con le aziende che, se ritengono, posso chiedere il rimborso della differenza versata, salvo rivalsa in caso di sentenza favorevole all’Amministrazione comunale del Consiglio di Stato”. È quanto dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti in merito alla sentenza del Tar sugli gli ingressi in ztl per i bus turistici rispondendo in consiglio comunale ad un question time.

Nel suo intervento l’assessore fa il punto della vicenda. “Il Tribunale amministrativo della Toscana ha accolto il ricorso relativamente agli abbonamenti perché non è stato effettuato un percorso partecipativo con le aziende. Quando nel maggio scorso come Amministrazione abbiamo modificato le modalità di pagamento per i pullman turistici, il nostro obiettivo non era tanto aumentare gli introiti (la differenza è stimata in 2mila euro in meno) quando piuttosto avere il numero reale dei bus che entrano in centro”.

L’assessore illustra anche gli ultimi passaggi. “A seguito della sentenza del Tar il 17 febbraio abbiamo approvato in giunta una nuova delibera con cui si è reintrodotto temporaneamente l’abbonamento, a partire da maggio 2016 fino al prossimo settembre. Nel frattempo abbiamo avviato quel percorso di concertazione con le aziende, come indicato dal Tar, e il primo incontro è già stato convocato per il 9 marzo. Nel frattempo l’Amministrazione comunale si riserva la possibilità di fare ricorso al Consiglio di Stato”.

Nell’occasione l’assessore Giorgetti risponde indirettamente anche alla protesta che si è svolta oggi da parte delle imprese del settore. “Nessuno ha mai detto che non possono chiedere il rimborso. Al contrario, la delibera approvata la scorsa settimana prevede questa opportunità ottemperando alla normativa, salvo ovviamente contemplare la possibilità di rivalsa da parte del Comune in caso di una sentenza favorevole da parte del Consiglio di Stato. Inoltre mi risulta che non tutte le imprese e le associazioni abbiano aderito alla manifestazione, dissociandosi dalla protesta” conclude l’assessore Giorgetti. (mf)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising