[ REGIONE TOSCANA ] Toscana Tech, Ciuoffo: “Quasi 72 mln per orientare le imprese toscane verso Industria 4.0”

da
Advertising

FIRENZE – Industria 4.0 al centro delle politiche regionali per l’innovazione. Lo ha ribadito questa mattina a Toscana Tech l’assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo, in apertura della tavola rotonda ‘Favorire la modernizzazione industriale: strumenti e risorse per le imprese europee’. “Con i recenti bando su ricerca e innovazione – ha detto l’assessore mettendo in evidenza lo sforzo finanziario profuso dalla Regione – abbiamo messo a disposizione quasi 72 milioni di euro per aiutare le imprese sul percorso Industria 4.0”.

Ciuoffo ha spiegato che “la Toscana pone il concetto di Industria 4.0 al centro delle sue politiche per l’innovazione, inserendo all’interno della Smart Specialisation Strategy regionale (RIS3) la Fabbrica Intelligente e le tecnologie ad essa collegate (incluso ICT e fotonica) come priorità tecnologiche su cui investire. La RIS3 regionale – ha proseguito – mette in campo un approccio di assoluta novità rispetto alle altre regioni europee e anticipa il processo che di recente si è sviluppato a livello nazionale e che ha portato alla presentazione del Piano Nazionale Industria 4.0”.

L’assessore poi, confermando come il sistema regionale sia un sistema avanzato su Industria 4.0 e che “esprime competenze di assoluta eccellenza sul fronte della ricerca ed una significativa presenza imprenditoriale, evidenzia però una poca consapevolezza delle opportunità offerte da Industria 4.0. e, al tempo stesso, ritardi nell’applicazione all’interno dei cicli di produzione. Ed in particolar modo per le piccole e medie imprese, che potrebbero trarre importanti benefici dalla digitalizzazione della catena della fornitura”.

La vivacità del sistema produttivo regionale nei confronti di Industria 4.0 è testimoniata dai recenti bandi Ricerca&Innovazione: sono 138 i progetti di ricerca, sviluppo e innovazione presentati da grandi, medie e piccole imprese e finanziati dalla Regione per 43,6 mln di euro. Altri 114 progetti sono in corso di finanziamento per ulteriori 53,5 mln. All’interno di questi sono in tutto 30,8 i milioni di euro destinati allo sviluppo delle tecnologie legate alla fabbrica intelligente e 41,1 per lo sviluppo delle ICT e Fotonica. Altri 65 mln sono in procinto di essere attivati per il sostegno di nuovi bandi in R&S che verranno realizzati nel triennio 2017-2019. “Si presume – ha detto ancora l’assessore – che una parte consistente di queste risorse, circa due terzi, saranno destinate a finanziare progetti di Industria 4.0”.

A tutto questo vanno aggiunti l’inserimento di premialità per progettualità collegata al paradigma Industria 4.0, nell’ambito degli incentivi alle imprese per ricerca e innovazione, e gli strumenti di ingegneria finanziaria per il sostegno alla competitività. Oltre alle azioni di promozione economica quali Toscana Technologica, la CEBIT in Germania (marzo 2017), la M&MT a Milano (ottobre 2017), scouting e technotour negli USA, eventi di divulgazione tecnologica sul territorio e operazioni di business matching per favorisce l’incontro tra domanda e offerta di tecnologia sui temi collegati ad Industria 4.0.

“A Toscana Tech – ha concluso Ciuoffo – stiamo cercando di capire come rendere questo evento una consuetudine per i prossimi anni e farlo diventare un momento per misurare ciò che facciamo e la capacità di tradurre buone intenzioni e poche risorse a disposizione in qualcosa di concreto. Abbiamo bisogno assoluto di un rapporto di nuova efficacia fra ciò che mettiamo a disposizione e risultati attesi e per centrare questo obiettivo accompagneremo le imprese, promuoveremo processi di innovazione e monitoreremo gli esiti delle nostre azioni”.

Fonte: Regione Toscana

Advertising