MODENA – EmiLib, la nuova biblioteca digitale emiliana

da

Migliaia di e-book, quotidiani e riviste, tracce musicali, immagini, guide, tutto disponibile in rete. Dalla fusione delle risorse digitali delle biblioteche di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza è nata “EmiLib”, nuova biblioteca digitale emiliana che consente ai circa 2 milioni di abitanti delle quattro province di fruire di una straordinaria collezione digitale di libri, giornali, audiolibri e molto altro.

Capofila dell’iniziativa sono i quattro Comuni capoluogo, tra i quali Modena, che hanno definito un progetto e sottoscritto un accordo attraverso il quale è stato realizzato il portale Emilib: Emilia Digital Library, evoluzione più friendly e intuitiva di Mlol Media library on line, con specifici contenuti locali. Grazie all’impegno dei Comuni e al sostegno economico e progettuale dell’Istituto Beni Culturali regionale e della Regione Emilia – Romagna, con EmiLib si rafforza l’offerta di servizi digitali delle biblioteche pubbliche: per Modena tutte quelle del Polo bibliotecario provinciale, a cui aderiscono un centinaio di istituti comprese le universitarie, la cui gestione è in capo al Servizio biblioteche del Comune.

Per accedere a EmiLib, il portale gratuito e disponibile per tutti, è sufficiente iscriversi o essere iscritti in una delle biblioteche della propria provincia, dopo l’iscrizione il servizio è accessibile direttamente dalla postazione dell’utente che sia a casa, al lavoro o in viaggio, tramite tablet, personal computer, smartphone ed e-reader compatibili.
Il nuovo servizio consente la fruibilità dei contenuti da parte di cittadini tradizionalmente penalizzati nell’accesso ai documenti fisici, come gli abitanti dei piccoli comuni che fruiranno del servizio come gli abitanti delle città, i cittadini stranieri che potranno trovare libri o quotidiani nella lingua d’origine o persone con difficoltà di lettura che potranno usare “text to speech” (sintetizzatori vocali).
Le risorse digitali presenti nel portale proverranno da tutto il mondo ma particolare attenzione sarà dedicata ai materiali digitalizzati localmente, mentre sul piano “social” sarà possibile per gli utenti segnalare consigli di lettura o memorizzare i propri percorsi di interesse e lettura.

Informazioni sul sito del Comune www.comune.modena.it/biblioteche e su quello del Polo bibliotecario www.bibliomo.it , che è già possibile contattare per informazioni via e-mail all’indirizzo: info@bibliomo.it