Firenze Manutenzione strade, Torselli (FDI): “Ecco il risultato della riorganizzazione di SAS: a lavorare sulle strade di Firenze sono solo in cinque”

da
Advertising

“Con la fine del mese di febbraio, il risultato della riorganizzazione di SAS, fortemente voluta e caldeggiata dall’amministrazione Nardella, è finalmente sotto gli occhi di tutti: una società completamente svuotata dei propri dipendenti (la maggior parte è stata trasferita a Quadrifoglio) rimasti in meno di una decina (ma tre sono da tempo in malattia, a causa di patologie di una certa gravità), che non sa più quali siano le proprie competenze, ma che in realtà deve riparare alle buche, alla segnaletica ed a tutte le situazioni di pericolo che si verificano in città”. Questo è quanto dichiara Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo Vecchio.

“L’idea annunciata dall’amministrazione – spiega Torselli – era quella di togliere a SAS la competenza sui lavori stradali di Firenze, assegnandoli ad un ‘Global Service’ attraverso un bando di gara. Per questo l’azienda è stata svuotata delle proprie professionalità, tutte o quasi trasferite a Quadrifoglio tra gennaio e febbraio, ma ciò nonostante nessun bando è stato fatto, né se ne intravedono all’orizzonte. Per adesso si va avanti con contratti e contrattini temporanei, a questa ed a quella ditta, che sopperiscano a quello che finora ha fatto SAS. Una situazione che non solo lascia dubbi oggettivi sul vantaggio economico per la città di Firenze, ma che evidentemente non funziona, generando disservizi e mancanza di capacità di pronto intervento in tutta la città”.

“Basti pensare a quanto accaduto il 6 marzo scorso in via Forlanini – prosegue il capogruppo di Fratelli d’Italia – laddove la Polizia Municipale ha segnalato un pericoloso avvallamento al manto stradale alle ore 22, ma che non è stato riparato fino alle 11.30 del mattino seguente quando sul posto, addirittura scortati dalla Polizia Municipale, sono sopraggiunti i cinque ‘temerari’ superstiti di SAS, coptati con urgenza mentre svolgevano le proprie mansioni e costretti ad intervenire per riparare la buca e riaprire il transito”.

“Ai cinque ‘temerari’ – conclude Torselli – che da soli stanno tenendo testa a segnaletica, interventi di pericolo e manutenzione strade in tutta la città, va il nostro più sincero ringraziamento ed il nostro plauso più sincero. Detto questo, ci permettiamo di obiettare che le premesse annunciate dell’amministrazione comunale fossero ben diverse! Dove sono finiti gli annunci di efficientamento del servizio? Del risparmio dei tempi di intervento? Del risparmio dei costi? Tutto finito nel dimenticatoio, come la gran parte degli annunci di questa amministrazione. Una cosa è certa: del ‘Global Service’ se ne parlerà, a voler essere ottimisti, non prima del 2018, mentre la domanda che da sempre poniamo agli amministratori del Partito Democratico è destinata a restare ancora senza risposta: perché nessun sindaco ha mai voluto investire un centesimo di Euro per ammodernare e far crescere SAS? La risposta non ci è mai stata data, ma i risultati delle sciagurate gestioni dall’azienda sono oggi sotto gli occhi di tutti”. (fdr)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising