BOLZANO – Citt di Bolzano – Giovani e partecipazione 2.0

da
Advertising

Audizione in Commissione per presentare una nuova proposta di partecipazione giovanile

Giovani e paretecipazione: questo il tema affrontato nel corso
dell’ultima seduta della Commissione consiliare Giovani e Sport del
Comune di Bolzano. Nel corso di un’audizione promossa
dall’Assessore competente Angelo Gennaccaro, alcuni
rappresentanti del gruppo di lavoro “Arbeitsgruppe Giovani BZ”
hanno illustrato e motivato la volont di elaborare una
nuova proposta di partecipazione giovanile per il Comune capoluogo.
Tale gruppo composto da giovani
volontaricheginel 2015avevano dato
la loro disponibilit perentrare a far parte della
Consulta giovani del Comune di Bolzano.

“Scartata a suo tempo l’ipotesi di istituire una Consulta giovani e
volendo trovare una nuova forma di partecipazione giovanile – ha
detto l’Ass. Gennaccaro – siamo pronti a promuovere e sostenere un
nuovopercorso partecipativo per tutti i giovani di Bolzano,
slegato da vincoli di genere, lingua, associazioni, che
nehanno frenato le iniziative negli ultimi anni”.
L’obiettivo del nuovo gruppo “Giovani BZ” in questa fase
innanzitutto quello di cercare dicoinvolgere altri pari
et nell’organizzazione di iniziative e manifestazioni.
“Vogliamo capire – ha detto l’Assessore Gennaccaro – se da parte
dei giovani visia davvero l’interesse e la volont di
partecipare attivamente e da protagonisti alla costruzione di un
rapporto di collaborazione con l’amministrazione comunale sui
processi decisionali che riguardano le politiche giovanili. Questo
nuovo e assolutamente libero organismo di rappresentanza del mondo
giovanile, slegato da vincolidi genere,associativi, di
statutoogruppo linguistico, potrebbe davvero porsi come
trait d’union con l’ente pubblico”.

Il primo obiettivo dei promotori dell’iniziativa
dunquequello di allargare il
gruppocercando di coinvolgere persone volenterose che
vogliano impegnarsi con continuit nelle
varieattivita
cominciaredall’organizzazione di un evento pubblico rivolto a
giovanitra i16 e i 30 anni. Raccolte le prime
adesioni, ci saranno momenti di condivisione con tutti gli
interessati. Un confronto aperto con l’obiettivo finale di
elaborare proposte concrete sui temi pi sentiti dai
giovani, consentendo quindi ai ragazzi di partecipare attivamente
ein prima persona allo sviluppo e alla crescitadella
citt.

Advertising