[REGIONE UMBRIA] MANIFESTAZIONI STORICHE: “AUMENTARE RISORSE PER FAR TORNARE IL TURISMO IN UMBRIA” – SMACCHI (PD) COMMENTA QUAN…

da
Advertising

Il consigliere regionale Andrea Smacchi (Pd) commenta quanto approvato dalla Terza Commissione sulle manifestazioni storiche. Per Smacchi “nei prossimi anni sarà fondamentale aumentare le risorse per la promozione delle manifestazioni storiche dell’Umbria, così da valorizzarle e supportarle per far tornare un turismo storico-culturale che, a causa degli effetti post sisma, rischia di abbandonare i nostri territori”.

 

(Acs) Perugia, 12 aprile 2017 – “Nei prossimi anni sarà di fondamentale importanza aumentare le risorse collegate alla promozione delle manifestazioni storiche dell’Umbria, che sono state 75mila euro nel 2015 e 118mila nel 2016. Un aumento necessario per valorizzare e supportare queste iniziative nella prospettiva di far tornare nella nostra Regione un turismo storico-culturale che, a causa degli effetti post sisma, rischia di abbandonare i nostri territori”. È quanto dichiara il consigliere regionale Andrea Smacchi (Pd) commentando quanto approvato dalla Terza Commissione.

“La Regione – continua Smacchi – dovrà mettere le risorse destinate all’attività di promozione e valorizzazione delle nostre bellezze monumentali e paesaggistiche. Ma accanto a queste serviranno in bilancio risorse straordinarie per tutte quelle manifestazioni storiche che hanno come fine quello di favorire la conoscenza delle tradizioni regionali e del territorio, lo sviluppo del turismo culturale, la rivitalizzazione dei centri storici in cui le manifestazioni hanno luogo, l’aggregazione e la coesione sociale attraverso il ruolo del volontariato e dell’associazionismo. Finanziare e supportare le manifestazioni storiche dell’Umbria – conclude Smacchi – è dunque, in questa difficile fase post sisma, un modo per salvaguardare le singole identità territoriali attraverso l’organizzazione di eventi di rievocazione storica sia in un’ottica prettamente turistica, che in un’ottica di rivitalizzazione dei nostri piccoli bellissimi borghi”. RED/dmb

Fonte: Regione Umbria

Advertising