PORCARI Linguaggio, diritti umani e legalità, la scuola lucchese celebra i suoi Stati Generali

da
Advertising

LUCCA – I nuovi linguaggi, i diritti umani, la legalità, la tecnologia nella didattica, la salute e la robotica: sono i temi su cui si incentrerà la seconda edizione del Festival della Scuola, in programma il 27 e 28 aprile a Forte dei Marmi e a Lucca. Per due giorni gli studenti diventano protagonisti per una manifestazione che abbraccia un po’ tutto l’universo scolastico lucchese e non solo. Nella due giorni saranno 25 gli istituti della Provincia coinvolti, oltre a 13 enti ed associazioni – fra cui la Don Baroni, che diffonderà i valori del terzo settore agli studenti delle scuole Primarie e dell’Infanzia – più di 30 laboratori a cui si aggiungono una mostra e due concerti.

 

Il Festival della scuola 2017 è stato presentato oggi – mercoledì 19 aprile – nel corso di una conferenza stampa, svoltasi a Palazzo Ducale, a cui hanno preso parte il Presidente provinciale Agesc e presidente del Festival della Scuola Michela Del Carlo, il vicesindaco del Comune di Lucca Ilaria Vietina, la consigliera provinciale con delega all’istruzione Grazia Sinagra, la dirigente scolastica dell’Istituto “Pertini” Daniela Venturi e i rappresentanti delle associazioni coinvolte.

 

“Si tratta di un progetto educativo rivolto alle scuole di ogni ordine e grado – spiega la presidente di Agesc Michela Del Carlo – condiviso con un’ampia pluralità di soggetti e che al suo esordio, nel 2015, ha visto il coinvolgimento di un alto numero di istituti scolastici e associazioni che operano nel campo dell’educazione e che anche quest’anno, terranno laboratori rivolti a studenti, docenti, genitori ed educatori. Il progetto, infatti, prevede la promozione di un evento culturale e formativo rivolto agli insegnanti, ai genitori, agli educatori e ai ragazzi, tramite la realizzazione di convegni, laboratori didattici, concerti ed esposizioni. Nel 2015 – prosegue – come Agesc siamo stati ricevuti da Papa Francesco in un’Udienza Particolare riservata nel Palazzo Apostolico, durante la quale il Santo Padre ha sottolineato che “la nostra associazione si pone al servizio della scuola e della famiglia, contribuendo al delicato compito di gettare ponti tra scuola e territorio, tra scuola e famiglia, tra scuola e istituzioni”.

 

Questo alla fine l’obiettivo finale: un confronto fra scuole e fra scuola e territorio, per stimolare la crescita di ragazzi e insegnanti. “Le buone esperienze dell’uno possono diventare buone pratiche dell’altro”, commenta Daniela Venturi, che si sofferma anche sull’importanza di alcuni momenti educativi. “La riforma ha introdotto la materia definita Cittadinanza e Costituzione” in cui confluisce anche l’educazione alla legalità. Si tratta di corsi alternativi alla religione, ma non solo. In ogni caso momenti di di riflessione importanti non solo per i ragazzi, in un scuola che si evolva e rimane al passo con i tempi”.

 

Il Festival avrà inizio giovedì 27 aprile a Forte dei Marmi e proseguirà venerdì 28 aprile, a Lucca, a Palazzo Ducale. La cerimonia inaugurale della seconda giornata è prevista alle 9,30 a Palazzo Ducale alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni locali. Alle ore 10,30 nella sala Ademollo si svolgerà un importante convegno sulla Lingua italiana in collaborazione con l’Accademia della Crusca al quale interverrà, tra gli altri, il presidente dell’Accademia della Crusca Claudio Marazzini. Il convegno è rivolto agli studenti, ai docenti e ai dirigenti delle scuole secondarie di secondo grado. Contemporaneamente, nelle altre sale del Palazzo della Provincia, avranno luogo laboratori e seminari sull’educazione ai diritti umani, sulla legalità, sulla tecnologia nella didattica, sui linguaggi, sulla salute, sulla robotica promossi da scuole, enti ed associazioni.

 

Le attività convegnistiche, laboratoriali ed espositive si svolgeranno durante l’intera giornata di venerdì a Palazzo Ducale e culmineranno nel Grande Concerto delle eccellenze musicali che si terrà nel Salone delle Feste del Real Collegio con inizio alle 21, durante il quale si esibiranno gli studenti di sei istituti scolastici della provincia di Lucca (Liceo classico Carducci, Liceo linguistico Byron, I.C. Lucca 3, I.C. Porcari, I.C. Lucca Carducci e I.C. Motto) con solisti ed ensemble. Il concerto al Real Collegio concluderà, di fatto, la 2ª edizione del Festival della Scuola.

 

 

“Il Festival della scuola – spiega Del Carlo – non è altro che la prosecuzione naturale di un percorso di approfondimento e confronto che il Comitato provinciale Agesc di Lucca promuove da alcuni anni e che ha visto svolgersi un importante convegno a Palazzo Ducale nel settembre 2016 sui temi della valutazione e del merito e della prima edizione del Festival nel 2015. Per la realizzazione del Festival, promosso per celebrare il 40° Anniversario di fondazione dell’associazione – è stato istituito nel 2015 un Comitato tecnico-scientifico che ho l’onore di presiedere, coordinato da Silvia Barbara Gori e composto dai rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Territoriale, della Provincia, della Prefettura, del Comune di Lucca, delle Scuole pubbliche statali e paritarie e degli Enti ed Associazioni che operano in ambito educativo”.

 

L’accoglienza degli ospiti sarà curata, come nella precedente edizione, dall’Istituto d’istruzione superiore “Pertini” a Lucca e dal “Marconi” a Viareggio. Sponsor principali soni ‘Zainetto Verde’ e ‘Nubess’. Per la partecipazione agli eventi del Festival sarà necessario registrarsi sul sito web ufficiale della manifestazione www.festivalscuola.it

 

Fonte: Lo Schermo

Advertising