[Lucca] SìAmo Lucca e Lucca in Movimento: Amministrazione Tambellini malata di “annuncite”

da
Advertising

Lucca –

SìAmo Lucca e Lucca in Movimento: Amministrazione Tambellini malata di “annuncite”

Corsa pre-elettorale per promettere di fare quello in cui sono mancati in 5 anniunnamed (4)

“Dopo cinque anni di immobilismo, l’amministrazione comunale si affanna ad annunciare quanti più interventi possibili, nel caso di un’eventuale riconferma del mandato. Parlare di quello che è stato fatto sino ad oggi, del resto, è molto più complesso”. Le liste civiche SìAmo Lucca e Lucca in Movimento, che sostengono la candidatura di Remo Santini a sindaco, evidenziano il proliferare di un atteggiamento quasi patologico, inquadrabile come “promessite” o “annuncite”.

“Ieri è stata convocata l’ennesima conferenza stampa sui lavori al Mercato del Carmine – affermano – opere che non sono state portate a termine in cinque anni di mandato, ma che si promette vagamente, ormai da mesi, verranno finite nel corso dei prossimi mesi. Lo stesso dicasi per il Museo della Città e per il Museo del Fumetto: la  culla dei Comics & Games, la città capace di esprimere un tasso culturale di primo livello su scala nazionale, non è riuscita a fare aprire le porte di queste due fondamentali realtà, nell’arco di un intero mandato”.

Grande fretta, inoltre, anche per aprire il sottopasso di via Ingrillini ed inaugurarlo in pompa magna, salvo poi accorgersi che i lavori compiuti in velocità non erano stati eseguiti a regola d’arte: “C’è voluta Striscia la Notizia – continuano le liste civiche – e l’intervento del candidato consigliere Domenico Passalacqua per svelare che le rampe non erano a prova di disabile”. Per non parlare dei proclami su quello che sarà della ex Manifattura Tabacchi, anch’essi collocati in un indefinito spazio temporale. “Davvero inconsistente – concludono le liste – anche l’usuale cantilena per cui la Giunta Tambellini avrebbe messo mano ad opere lasciate a sé stesse da anni. I fatti di cui ci si compiace nelle stanze di Palazzo Orsetti non si apprezzano, ad oggi. Più che affastellare promesse, forse, bisognerebbe rendere conto di ciò che non è stato fatto in cinque anni di mandato. Santini, invece, è stato chiaro: nel suo programma inserirà solo obiettivi realizzabili nel breve, medio e lungo periodo”.

 

 

Fonte Verde Azzurro

Advertising