[Lucca] BAGNI DI LUCCA – INTERVENTO DELL’ASSESSORE MAURIZIO DE MATTIA SULL’IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO DI PITEGLIO

da
Advertising

Lucca –

BAGNI DI LUCCA – INTERVENTO DELL’ASSESSORE MAURIZIO DE MATTIA SULL’IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO DI PITEGLIO

 


E’ davvero singolare ed emblematico che Gemignani, non avendo argomenti fondati, debba inventarsi false notizie pur di essere presente sui giornali locali durante la campagna elettorale. Vedi ad esempio debiti del comune e situazione dighe. Citiamo in particolare l’affermazione che l’Amministrazione Betti, tramite Base, voglia far ripartire così com’è l’impianto di Piteglio.

L’Amministrazione Betti ha già ampiamente dimostrato la sua sensibilità ambientale.

In un anno, con Base, ha raggiunto obiettivi nella raccolta differenziata e risparmi sulle tariffe , mentre in oltre 10 anni le precedenti amministrazioni, nelle quali aveva un ruolo decisionale anche il sig. Gemignani, avevano solo saputo favorire Sistema Ambiente con costi notevoli a discapito dei cittadini.

Anche per la vicenda impianto di Compostaggio di Piteglio l’attuale amministrazione  ha concretamente operato per risolvere i numerosi problemi ambientali generati dalla cattiva gestione di questo impianto.

Nel luglio 2016 abbiamo sperimentato una soluzione  innovativa all’interno dell’impianto che ha dimostrato come sia possibile eliminare i cattivi odori e il rischio concreto di una fuoriuscita di percolato con immissione inquinante nel fiume Lima.

Tale soluzione, certificata anche da istituti di analisi di livello internazionale come il CRPA di Reggio Emilia, serviva a risolvere i problemi ambientali e odorigeni.  Impianto che mai era stato contrastato nel periodo di Gemignani in amministrazione. L’impianto è stato chiuso, su ordinanza del Sindaco di Piteglio, nell’agosto del 2016.

Dopo tale chiusura l’impianto è stato abbandonato dai soci proprietari, al punto che la stessa Enel ha interrotto la fornitura elettrica nel primi mesi del 2017.

In tale situazione l’Amministrazione di Bagni di Lucca, sempre attenta ai problemi ambientali, consapevole del rischio costituito dalla presenza di tonnellate di percolato lasciato senza sorveglianza che potevano fuoriuscire ed inquinare il fiume Lima alla prima alluvione, ha dato mandato a Base di vigilare e di intervenire direttamente per rimuovere situazioni di pericolo.

Il 5 aprile Base ha notificato al curatore fallimentare questa volontà dell’Amministrazione di Bagni di Lucca e la sua disponibilità a intervenire in caso di emergenza, ribadendo, il 21 aprile, l’intenzione dell’Amministrazione di Bagni di Lucca di concludere questa pessima esperienza gestionale che tanti problemi ha dato negli anni.

Gemignani vorrebbe addebitare all’Amministrazione Betti la volontà di mantenere in vita quest’impianto, mentre invece ci domandiamo come mai non ha operato a suo tempo per evitare questo sito a ridosso del fiume, subito a monte di Bagni di Lucca. anche se posto fuori dal territorio comnunale, il sindaco Betti è intervenuto con decisione contraria alle conferenze dei servizi. Infine è assurdo insinuare che Base possa far sospendere una procedura di revoca avviata e gestita dalla Regione Toscana. Base ha dimostrato di saper risolvere definitivamente i problemiambientali dell’impianto, ma questa capacità non va assolutamente confusa con l’intenzione di far continuare a vivere un impianto inquinante e inadeguato.

Base ha precisato questo aspetto al liquidatore, affermando che è prioritario che venga revocata l’attuale AIA che autorizza questo impianto di compostaggio, ribadendo che nel frattempo la stessa società vigilerà per evitare danni ambientali al Comune di bagni di Lucca.

Questa decisa azione dell’Amministrazione Betti ha determinato un risultato immediato: il Commissario prefettizio ha infatti ordinato la rimozione del percolato con costi a carico del Comune di Piteglio.

Un risultato concreto, quindi, che dimostra ancora una volta l’attenzione e la competenza di questa Amministrazione.

Noi abbiamo fatto delle scelte concrete, operando con consapevolezza e con incisività; ci piacerebbe sapere cosa proporrebbe Gemignani, sapendo che esiste una vera e propria bomba ambientale costituita da tonnellate di percolato e di rifiuti abbandonati a se stessi. 

Probabilmente, come è sua abitudine, se ne laverà le mani scaricando la responsabilità di tutto questo ad altri (Regione, Comune di Piteglio, provincia di Pistoia) pur cosciente che l’inoperosità di questi soggetti potrà determinare solo danni alla collettività di Bagni di Lucca.

 

Maurizio De Mattia

Assessore all’Ambiente

Fonte Verde Azzurro

Advertising