Firenze Una videoinstallazione su Ponte Vecchio per dire “No” alle morti bianche giovedì 27 aprile alle 21

da
Advertising

Una videoinstallazione trasformerà per una sera Ponte Vecchio in ambasciatore della sicurezza sul lavoro. Domani, giovedì 27 aprile alle 21, in occasione della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, che si celebra da sette anni ogni il 28 aprile, si terrà un grande evento al circolo Canottieri che vivrà il suo momento clou quando, dalle 21, sul Ponte Vecchio apparirà il logo di ‘Italia Loves Sicurezza 2017’, il grande roadshow che per il terzo anno consecutivo animerà di eventi e iniziative le principali città del Bel Paese.

“La sicurezza sui luoghi di lavoro è un tema che coinvolge ogni anno un numero sempre più elevato di persone. Ci sarà – spiega il presidente del quartiere 1 Maurizio Sguanci – la possibilità di cogliere la bellezza del Ponte Vecchio con un’installazione di luci unica e che renderà quest’angolo di città ancora più bello e affascinante. Nel corso della serata l’associazione Firenze Armonia donerà al quartiere 1 un defibrillatore”.

Un grande cuore al centro di Ponte Vecchio farà arrivare, direttamente dal monumento simbolo della città, un messaggio molto importante: combattere le morti bianche è un dovere di ogni impresa, da perseguire attraverso la crescita di una cultura della salute e della sicurezza che, partendo dagli ambiti lavorativi, possa poi estendersi a ogni ambito sociale.

Gli ultimi dati sulla mortalità sul lavoro riferiscono che nel 2015 in Toscana gli infortuni sul lavoro sono calati del 2,5%: sono stati 44.481 nel 2014, 43.355 nel 2015. Inverso invece il trend degli infortuni mortali: sono stati 76 (53 durante il lavoro e 23 in itinere) nel 2014 e 109 (79 durante il lavoro e 30 in itinere) nel 2015 (+33) (fonte Cerimp/Inail. Il Cerimp è il Centro di riferimento regionale per l’analisi dei flussi informativi su infortuni e malattie professionali o da lavoro).

L’appuntamento fiorentino s’intitola “Turn on the light” ed è organizzato dall’azienda Sfera Ingegneria, impegnata sul versante della promozione della cultura della sicurezza sul lavoro, all’interno appunto del grande contenitore di ‘Italia Loves Sicurezza 2017’, movimento vicino alla Fondazione Lhs del gruppo Saipem, società del gruppo Eni, creato per avviare un forte cambiamento culturale sul tema della sicurezza tramite strumenti di comunicazione non convenzionali, come il cinema, il teatro, l’arte e la musica.

“Purtroppo gli infortuni e le morti bianche faticano a diminuire – osserva il presidente di Sfera Ingegneria Stefano Pancari – e questo nonostante gli sforzi sulla prevenzione”. Di qui l’urgenza di un “radicale ‘cambio di passo’ nella testa delle persone, ancora perlopiù restie a considerare i valori della salute e della sicurezza come prioritari rispetto alle tante esigenze del mondo di lavoro”. “Abbiamo aderito a “Italia Loves Sicurezza” – prosegue Pancari – perché lì abbiamo trovato quel sano entusiasmo e soprattutto quella capacità di sensibilizzare le persone attraverso una comunicazione innovativa”. Ecco perché l’appuntamento fiorentino prevede una videoinstallazione sul Ponte Vecchio. “Illumina la tua mente”, è il messaggio sottinteso per avviare quella presa di coscienza indispensabile per abbattere drasticamente il numero di morti bianche.

Per tutta la giornata del 27, i fiorentini incontreranno nelle principali piazze della città i giovani ‘testimonial’ dell’evento, che distribuiranno le cartoline di “Turn on the light” invitando tutti ad assistere, dai lungarni, alla spettacolare illuminazione del Ponte Vecchio. Tramite #ItaliaLovesSicurezza ognuno di noi potrà offrire il proprio contributo social diffondendo sulla rete il grande messaggio di cui si fa portatrice l’iniziativa, alla quale parteciperanno aziende come Ferragamo, Publiacqua e Beyfin, che in questi anni si sono dimostrate particolarmente sensibili al tema della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Dalle 19 prenderà il via la serata al circolo Canottieri Firenze che, moderata da Alessio Nonfanti, in arte Kagliostro, vedrà alternarsi sul palco il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, l’assessore Federico Gianassi, il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci, il presidente di Sfera Ingegneria Stefano Pancari e, per Italia Loves Sicurezza, Davide Scotti, general manager della Fondazione Lhs. Per l’occasione, Clet – l’artista noto per le sue ‘rivisitazioni’ dei cartelli stradali – darà il suo inconfondibile contributo svelando una curiosissima installazione che ha per protagonista un estintore denominato ‘Zorra’, inusuale oggetto d’arte prestato alla nobile causa di ‘Italia Loves Sicurezza’. Ancora, l’associazione Firenze Armonia donerà un defibrillatore al Comune di Firenze e The Fake Factory, realtà fiorentina di video design e contemporary media art, creerà un percorso cromatico tutto da scoprire e assaporare. Ancora, spazio alle opere su tela dell’artista Marco Rindori, che ispirandosi al tema della sicurezza darà vita all’esposizione ‘Abbi cura di te… Sei un’opera d’arte’, progetto curato da Unigum Spa.

Per tutto il giorno si parlerà di prevenzione a 360 gradi. Ci sarà anche una testimonianza del mondo della scuola, che arriva dall’istituto Checchi di Fucecchio, dove la professoressa Grazia Focardi promuove la sicurezza tra i suoi allievi, i quali hanno realizzato ad abiti da lavoro a prova di infortunio che saranno presentati alla Canottieri Firenze. (s.spa.) 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising