LIVORNO Primo Piano – Primo Torneo Nazionale Rugby “Cacciucco”: in campo 460 piccoli atleti da tutta Italia

da
Advertising

Livorno –


Lunedì 1° maggio

Primo Torneo Nazionale Rugby “Cacciucco”: in campo 460 piccoli atleti da tutta Italia

Morini: “Importante lavorare sul settore giovanile. Azzeccatissimo poi l’abbinamento col piatto che ci rappresenta di più”

Livorno 26 aprile 2017 – Saranno circa 460 i bambini (dai 4 ai 10 anni) che da molte città italiane parteciperanno al I° Torneo Nazionale di Rugby “Cacciucco”, organizzato dalla società Rugby Etruschi Livorno. L’iniziativa si svolgerà lunedì 1° maggio nelle due strutture del Tamberi e del centro CONI di Terrenia.

“E’ stata una sfida – dichiara Carlo Ghiozzi, presidente del Rugby Etruschi Livorno – che ci sembra di aver già vinto, almeno dal punto di vista organizzativo. Infatti pur essendo soltanto la prima edizione sono state tantissime le società sportive giovanili che hanno aderito. Avremo squadre da Brescia, Milano e Firenze tanto per fare alcuni esempi”.

Ma la caratteristica che rende da subito particolare e unico questo torneo giovanile è il suo abbinamento con il piatto del Cacciucco. Nel Rugby infatti esiste la particolarità del cosiddetto “terzo tempo”, che a partita conclusa prevede che le due squadre siedano allo stesso tavolo per mangiare in armonia e in pieno spirito sportivo.

“Questo è un torneo che guarda lontano – dichiara l’assessore allo sport Andrea Morini –. Il rugby a Livorno ha vissuto nel passato stagioni gloriose, quindi è importante ricominciare a lavorare con i bambini e i ragazzi. Importante puntare sulla loro preparazione fisica e sulla loro crescita umana e lo spirito sportivo e conviviale del terzo tempo si presta bene a questo fine. Azzeccatissimo mi sembra anche l’abbinamento col piatto che ci rappresenta di più in Italia e nel mondo. Ringrazio quindi gli organizzatori per questa iniziativa, spero davvero che il 1° maggio diventi una data fissa per le prossime edizioni del torneo”.

In realtà il cacciucco vero e proprio, realizzato “in casa” dal Club House Tamberi,  sarà gustato dagli accompagnatori e dai familiari, piuttosto che dai piccoli e piccolissimi atleti, che invece godranno di particolari menu predisposti dalla SVS.
Coinvolto nell’organizzazione logistica anche l’Ordine di Malta che provvederà invece all’allestimento dei teloni che fungeranno da spogliatoi e da spazio accoglienza.

Durante la mattina si svolgeranno i gironi di qualificazione e dopo pranzo le ultime partite di semifinale e finale. Per le 15.30 è prevista la premiazione alla presenza dell’assessore Morini.

Gli organizzatori hanno previsto premi e coppe per tutti i partecipanti, in particolare la coppa per il giocatore più giovane di ogni categoria, quella per la squadra con più atleti iscritti e quella per la società che ha ordinato il maggior numero di piatti di cacciucco.

Advertising