[REGIONE UMBRIA] QUESTION TIME (5): EX FCU “CHIUSURA TRATTA FERROVIARIA TRA PONTE SAN GIOVANNI E PONTE FELCINO” – A MANCINI E F…

da
Advertising

(Acs) Perugia, 26 aprile 2017 – Durante la seduta odierna dell’Assemblea legislativa dedicata alle interrogazioni a risposta immediata (question time), il consigliere regionale Valerio Mancini (Lega nord) ha illustrato l’atto ispettivo, firmato anche dal collega Emanuele Fiorini, sulla “possibile chiusura, per motivi di sicurezza, della tratta ferroviaria della ex Ferrovia Centrale Umbra compresa tra Ponte San Giovanni e Ponte Felcino”.

Mancini, dopo aver rimarcato che “la Giunta regionale continua a non dare seguito agli intendimenti espressi dall’assemblea legislativa anche in questo argomento specifico”,  ha evidenziato che “la tratta ferroviaria della ex Ferrovia Centrale Umbra compresa tra Città di Castello e Umbertide è ancora chiusa a causa della mancanza di sicurezza e che i binari tra Ponte San Giovanni e Perugia-Sant’Anna sono chiusi per lavori di ammodernamento. Se si verificasse anche una ulteriore chiusura, diventerebbero oggettivamente intollerabili i già gravi disagi che subiscono i cittadini umbri, ed in particolare i pendolari che utilizzano l’ex Fcu tra Città di Castello e Perugia”.

L’assessore Giuseppe Chianella ha risposto spiegando che “innanzitutto, per quanto attiene ai rallentamenti sono stati determinati sotto l’egida dell’Asf che ha la supervisione rispetto all’Ustif e che ha ridotto,  non solo in Umbria, la velocità, ma in tutte le regioni italiane. È noto che l’infrastruttura ex Fcu ha un deficit manutentivo da molti anni. L’azienda, anche con contributi regionali, sta cercando di far fronte a questa situazione. Tutte le infrastrutture, ferroviarie o stradali, necessitano di manutenzione costante. La Regione, come è noto, sta definendo un percorso con Rfi. Recentemente sono state trasferite risorse dalla Regione ad Umbria Mobilità (restituzione fondi accertati) di oltre 1milione di euro che l’azienda ha destinato alle manutenzioni straordinarie. Per quanto riguarda l’intera tratta ex Fcu i tecnici dell’azienda monitorano costantemente l’infrastruttura e per quanto la tratta Ponte San Giovanni-Ponte Felcino sarà oggetto di lavori di manutenzione ed ammodernamento con conseguente interruzione del servizio per il tempo strettamente necessario stimato dai tecnici in circa 30 giorni. Il costo complessivo previsto è di circa 700mila euro. I lavori verranno calendarizzati subito dopo la chiusura delle scuole, attivando servizi sostitutivi dalla stazione di Ponte Felcino. Tutto ciò verrà deciso dopo un confronto con i rappresentanti dei pendolari , con i quali è stata concordata una nuova riunione”.

Nella replica, Mancini ha ribadito la sua preoccupazione perché “si continua a lavorare male perché ad oggi, al di la delle risorse che l’assessore dice di aver messo sul tavolo, non verrà prodotto alcun risultato in mancanza di un progetto serio che preveda interventi seri su questa colonna vertebrale dell’Umbria. Si tratta di una infrastruttura importantissima per lo sviluppo della nostra economia regionale”. AS/ 

Fonte: Regione Umbria

Advertising