PORCARI Il Comune di Porcari assegna ad Arturo Lattanzi la “Torretta d’Oro” 2017

da
Advertising

PORCARI – E’ prevista per sabato mattina alle 11 la consegna della “Torretta D’Oro” al dottor Arturo Lattanzi all’indomani della sua cessazione dalla carica di Presidente della Fondazione della Cassa di Risparmio di Lucca.
La cerimonia, aperta al pubblico, si svolgerà nella sala consiliare del Comune di Porcari. “Sono molteplici – afferma il Sindaco Alberto Baccini – le circostanze che hanno contribuito ad individuare Arturo Lattanzi come figura di spicco meritevole del riconoscimento che ci accingiamo a conferirgli. Prima quale direttore generale della Cassa di Risparmio di Lucca, che ha portato ad alti livelli di redditività ed efficienza e poi come Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ininterrottamente, fin dall’aprile del 2011.”

 

“Nel periodo della sua presidenza- prosegue il Sindaco – la Fondazione da lui guidata è sempre stata vicina alla comunità di Porcari attraverso ripetuti interventi di sostegno ad iniziative culturali e sociali e ad opere di investimenti infrastrutturali. Fra questi ultimi giova ricordare il contributo per la realizzazione dell’Auditorium intitolato a Vincenzo Da Massa Carrara, la totale ristrutturazione della palestra provinciale di Via Cavanis facendola diventare un moderno Palazzetto dello Sport ed il recentissimo finanziamento della spesa per sostenere i lavori di ristrutturazione della ‘Ruga’. Senza dimenticare la collaborazione decisiva per le celebrazioni legate al Centenario del Comune di Porcari nel 2013 ed al sostegno alla manifestazione denominata ‘Giugno Porcarese’ che quest’anno sarà alla sua quarta edizione.”

 

“Per questo – conclude Alberto Baccini – non ho difficoltà a sostenere che Arturo Lattanzi rappresenta una testimonianza concreta dei valori di solidarietà, disponibilità e servizio attivo nei confronti della comunità di Porcari e pertanto assolutamente meritevole del riconoscimento istituzionale del Comune di Porcari denominato ‘Torretta D’Oro’.”

Fonte: Lo Schermo

Advertising