Firenze Tutto pronto a Firenze per la quarta edizione del Festival d’Europa

da
Advertising

Oltre 100 eventi, 20 location in città, 18 enti e associazioni coinvolte, studenti Erasmus provenienti da 28 Paesi riuniti a Firenze per parlare d’Europa. Questi alcuni dei numeri del Festival d’Europa 2017 che animerà il capoluogo toscano dal 4 al 9 maggio per proseguire fino a giugno e oltre con il Festival OFF. La quarta edizione della manifestazione sarà dedicata al 60° anniversario dei Trattati di Roma e al 30° dalla nascita del Programma Erasmus e avrà come temi chiave: la costruzione di un’identità europea, i nuovi modelli di integrazione e le trasformazioni della scuola e dell’università. Sei giorni di incontri, convegni e laboratori, a cui si affiancheranno mostre, spettacoli e concerti per riflettere e delineare l’Europa di domani. La manifestazione coinvolgerà varie location in città: da Palazzo Vecchio alle Murate, dal Teatro de La Compagnia al Polo universitario di Novoli, da Villa Salviati a piazza SS. Annunziata passando per Ponte Vecchio.

All’interno della programmazione del Festival d’Europa, ancora una volta centrale il ruolo di “The State of the Union” (dal 4 al 6 maggio), l’evento organizzato dall’Istituto Universitario Europeo e giunto alla sua settima edizione. Un appuntamento di rilievo – che avrà come sottotitolo “Building a People’s Europe”- che richiamerà a Firenze economisti, accademici e figure di primo piano del panorama internazionale. Il presidente del Senato, Pietro Grasso aprirà i lavori il 4 maggio alla Badia Fiesolana. Venerdì 5 maggio l’evento si sposta in Palazzo Vecchio. In apertura l’intervento del ministro degli Esteri, Angelino Alfano mentre il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, terrà il discorso a chiusura della conferenza. Parteciperanno alla giornata i tre presidenti delle istituzioni europee: Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo e Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea.

Il 6 maggio Open Day nella sede degli Archivi Storici dell’Unione Europea a Villa Salviati. Ad accogliere i visitatori workshop, visite guidate e concerti. Gli Archivi saranno protagonisti anche il 4 maggio insieme a Firenze Città Metropolitana per la premiazione del concorso “Un Nuovo Trattato per l’Europa” realizzato con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le tre classi vincitrici (prima la 5D dell’Istituto superiore statale “Elsa Morante”, seconda la 5A del Liceo Linguistico del Liceo Statale “Giovanni Pascoli”, terza la 4B del Liceo Classico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Virgilio”) verranno premiate dal presidente del Senato Grasso.

Dal 7 al 9 maggio al via il ricco calendario di eventi per le Celebrazioni dei 30 anni di Erasmus a cura delle Agenzie nazionali Erasmus+ INDIRE, Ang e Inapp. Cuore degli eventi è piazza SS. Annunziata dove verrà allestito un palco e un punto informativo per incontri, concerti e spettacoli. Il programma verrà inaugurato domenica 7 alle 18 con l’esordio assoluto dell’Orchestra Erasmus, composta da studenti Erasmus di conservatori e istituti musicali da tutt’Italia. L’orchestra suonerà insieme all’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, in memoria delle ragazze vittime nell’incidente stradale di Freginals, in Spagna. A seguire la performance dell’Accademia nazionale di Danza di Roma. Il 9 maggio spazio alla Conferenza “Erasmus+ e il futuro dell’Europa” nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio dalle ore 9; nell’occasione verrà presentata la Carta della Generazione Erasmus. Parteciperanno, tra gli altri, la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli e il sottosegretario con delega agli Affari europei, Sandro Gozi. La conferenza prevede anche una tavola rotonda alla presenza di rappresentanti istituzionali italiani e europei oltre a una selezione di storie di successo raccontate da alcuni pionieri Erasmus. A seguire Ponte Vecchio si tingerà di blu per l’iniziativa “M’illumino d’Erasmus” a cui hanno aderito vari Comuni da tutta l’Italia. La tre giorni si concluderà in piazza SS. Annunziata con il concerto gratuito di Sergio Sylvestre e la band fiorentina Street Clerks. A chiudere Dj set degli Elements of Life.

Decine gli appuntamenti inseriti nel programma della Notte Blu, la kermesse curata da Europe Direct Firenze che animerà il complesso delle Murate l’8 e 9 maggio. Due giornate di riflessione dedicate idealmente a Ernesto Balducci, fondatore della rivista “Testimonianze”, che vedrà susseguirsi una serie di incontri sui temi delle migrazioni e del dialogo interculturale. Parteciperanno, tra gli altri: Severino Saccardi e Simone Siliani, rispettivamente direttore e condirettore di Testimonianze, il demografo Massimo Livi Bacci, lo scrittore Mauro Ceruti, la filosofa Vittoria Franco, il direttore di Stamp Toscana Piero Meucci. Il 9 maggio la serata proseguirà con l’aperitivo alle 20.30 e, dalle 21.00, con la musica dell’Orchestra giovanile di Firenze dell’Accademia musicale diretta da Janet Zadow seguita dall’ esibizione dei Whisky Trail.

Il 4 maggio, il Teatro de La Compagnia ospiterà la proiezione di tre pellicole a tema Festival d’Europa, tutte ad ingresso libero: Miracolo a Le Havre di Aki Kaurismaki (ore 17.00), Welcome di Philippe Lioret (ore 19.00) e Europe she loves di Jan Gassmann (ore 21.00, anteprima toscana). Sabato 6 maggio dalle 16 alle 17.30, sempre a La Compagnia, spazio a “First Play”: 5 pièces teatrali sui temi legati all’Europa e al Parlamento europeo messe in scena da 5 cinque classi toscane. In giuria ci saranno: l’onorevole Simona Bonafè, l’onorevole David Maria Sassoli, l’assessora alle Relazioni Internazionali del Comune di Firenze Paola Concia e la direttrice di Fondazione Toscana Spettacolo Patrizia Coletta. La classe che si aggiudicherà la miglior performance avrà l’opportunità di volare a Strasburgo per una visita guidata ad una delle sedi del Parlamento Europeo. First Play è organizzato da Fondazione Sistema Toscana in collaborazione con Centrale dell’Arte, Controradio ed Europe Direct Firenze.

Fitto il calendario eventi proposto dall’Università di Firenze. Arriveranno nel capoluogo toscano 60 studenti di 28 università, una per ciascun Paese europeo. Dal 3 al 5 maggio si incontreranno presso la Scuola di Scienze Politiche per confrontarsi e intavolare un dialogo con rappresentanti delle istituzioni europee (edificio D15, aula 005 – Piazza Ugo di Toscana, 5 – ore 9.30). L’ iniziativa, che si svolge sotto l’alto patrocinio del Parlamento europeo, fa parte delle attività promosse dal Centro di Eccellenza Jean Monnet dell’Ateneo fiorentino, sostenuto dalla Commissione europea. La tre giorni sarà inaugurata da una lezione dell’ambasciatore Pasquale Baldocci, testimone diretto della firma dei trattati di Roma del 1957. Responsabile scientifico dell’iniziativa è Valeria Fargion, titolare di una cattedra Jean Monnet di Politiche dell’ Integrazione europea. Parteciperanno al confronto con gli studenti il rettore Luigi Dei, le europarlamentari Mercedes Bresso, Simona Bonafé e la Co-Chair dell’European Green Party, Monica Frassoni. Il convegno sarà chiuso da Roberto Gualtieri, presidente della Commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo. L’evento sarà preceduto dall’inaugurazione della mostra “Ever Closer Union – Un’ Europa sempre più unita” (Biblioteca delle Scienze Sociali, ore 9.00), un’esposizione itinerante realizzata dagli Archivi storici dell’Unione europea per tracciare la storia dell’integrazione europea dalla firma dei Trattati di Roma a oggi. La mostra sarà aperta al pubblico dal 28 aprile al 12 maggio dal lunedì al venerdì con orario 8.30-19.00 e sabato dalle 8.30 alle 13.30.

Le iniziative dell’Università di Firenze proseguono con l’incontro “Generazione Erasmus, mobilità e ricerca: Unione Europea e Stati Uniti a confronto” in programma martedì 9 maggio al Polo di Scienze sociali (Edificio D15, Aula 05 – Piazza Ugo di Toscana, ore 14.30). All’iniziativa interverranno il prorettore alle relazioni internazionali Giorgia Giovannetti, Adelina Adinolfi docente di Diritto dell’Unione europea, cattedra Jean Monnet di Unifi, il direttore della sede fiorentina della Syracuse University, Sasha Perugini. Infine, “Dai trattati di Roma alla Brexit: quale futuro per l’Unione Europea”, è il titolo della lezione magistrale che il presidente dell’Istituto Universitario Europeo di Fiesole, Renaud Dehousse, terrà venerdì 12 maggio al Polo delle Scienze sociali (Edificio D5 – Aula 0.10, via delle Pandette, 21 – ore 10). L’iniziativa è organizzata dal Dipartimento di Scienze giuridiche per iniziativa di Adelina Adinolfi e Chiara Favilli, docenti del corso di Diritto dell’Unione Europea. La lezione magistrale sarà introdotta dai saluti del direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche, Patrizia Giunti.

Da non perdere l’incontro promosso da Tia Europe e Liberi Cittadini dal titolo “Come l’Europa ci cambia la vita” in programma il 5 maggio alle ore 21 al Teatrino Società Machiavelli. Fra gli interventi programmati, Letizia Ciancio, responsabile del Dipartimento Politiche di Genere e della Famiglia per Liberi Cittadini, Valeria Fargion dell’Università degli Studi di Firenze, Alessio Morganti, senior partner di Morganti&Partners, Cristiana Muscardini, membro della Convenzione europea, Niccolò Rinaldi, presidente di Liberi Cittadini e Giusy Rossi, esponente del Movimento Federalista Europeo.

Il Festival d’Europa conferma il gemellaggio culturale con Fabbrica Europa, manifestazione giunta quest’anno alla sua XXIV edizione. Segnaliamo, infine, il workshop “EU Sight Workshop” in programma il 3 maggio dalle 10 alle 17 presso ZAP. L’incontro offre l’opportunità di formare 20 giovani sulle tecniche di storytelling di eventi per raccontare il Festival d’Europa alle nuove generazioni, http://www.lajetee.it/corsi-firenze/eu-sight-workshop/

Sempre nella sede di ZAP, il 10 maggio dalle 15 alle 21, si terrà EUROPA 1+1=1. Una performance di live painting urban artist sulle vetrate dello spazio con l’azione di due artisti come Ache77 e Jamesboys. Un Wor[l]d X.change dove il gruppo di scrittura EsseCíEffe, nato da una esperienza del progetto Erasmus, proporrà testi e pensieri sull’Europa da cogliere direttamente dalle fronde degli alberi di ZAP. Il Festival d’Europa proseguirà anche nelle settimane successive con il Programma Off. Tutti gli eventi su www.festivaldeuropa.eu. (fn)

 

A questo link la cartella stampa scaricabile, con le dichiarazioni del presidente Rossi e della vicesindaca Giachi: http://www.festivaldeuropa.eu/cartella-stampa/

Qui il video teaser: https://www.youtube.com/watch?v=VlZc6xMa49g

Qui le foto della conferenza stampa di questa mattina: https://we.tl/pl6gwCxhZf

Fonte: Comune di Firenze

Advertising